Hotspot significato. WiFi Hotspot: la nostra privacy è a rischio.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su pinterest
Condividi su email
Condividi su telegram
hotspot

Il significato di Hotspot: tutto ciò che devi sapere.

In questo articolo parleremo di un problema che, potenzialmente, potrebbe colpire qualsiasi utente della rete. Infatti, nel corso dei prossimi paragrafi, non solo vedremo il significato di Hotspot WiFi, ma tratteremo anche la questione della privacy online.

Insomma, utilizzare una rete pubblica condivisa è davvero pericoloso? Se “sì”, ci sono dei modi efficaci con cui proteggersi?
Ecco, da qui in avanti risponderemo non solo a queste, ma anche a tante altre domande attinenti il medesimo topic.
Sei connesso tramite una rete pubblica condivisa? In questo caso avresti un motivo in più per leggere questo articolo fino alla fine.

In fin dei conti, si tratta solo di investire 5 minuti di tempo per capire come proteggere al meglio la riservatezza dei propri dati online.

Inoltre, come avrai modo di vedere, i concetti che tratteremo sono davvero facili da comprendere e non serve alcuna competenza in ambito informatico.

Che correlazione c’è tra WiFi Hotspot e la nostra privacy?

I WiFi Hotspot sono reti pubbliche condivise. Ciò significa che ogni utente è potenzialmente in grado di spiare gli altri e, al contempo, rischiare di essere spiato a sua volta.

Certo, questo tipo di reti sono molto comode, specialmente per chi viaggia. Non solo alberghi e BnB, ma anche numerose compagnie navali e ferroviarie mettono a disposizione dei propri passeggeri una connessione Internet.
Per non parlare dei centri commerciali, club, ristoranti e palestre.

Insomma, oggi abbiamo davvero il Web a portata di mano, solo che va usato con un certo criterio. Infatti, sebbene sia un luogo virtuale, la rete può comunque riservare lo stesso tipo di insidie della vita reale.

Truffatori e “ladri” digitali sono solo due delle categorie di delinquenti in cui ci si può imbattere navigando senza alcuna precauzione.

Detto ciò, fatte queste doverose premesse iniziali, entriamo subito nel vivo dell’argomento. Qual è il significato di Hotspot?

hotspot-significato

Qual è il significato di Hotspot?

Il significato di Hotspot è il seguente: un qualsiasi luogo in cui sia disponibile una connessione aperta il pubblico. Alcune volte si accede alla stessa tramite password, altre volte, invece, è del tutto libera.

Come abbiamo già accennato in precedenza, sono davvero tante le strutture che mettono questo servizio a disposizione dei propri ospiti o utenti.
Realtà private, ma anche enti pubblici.

Non a caso, capita sempre più spesso di poter usufruire del WiFi Hotspot in ospedale, piuttosto che in comune o all’università.
Per accedervi non serve fare alcun ché, basta controllare sul proprio dispositivo se in quel luogo sia presente una determinata connessione e, in caso, “agganciarsi”.

Certo, da un lato è un servizio molto utile ma, dall’altro, potrebbero esserci dei rischi, come accennavamo poco fa.
Alcuni dei nostri dati non sono visibili solo al provider di rete e ai relativi gestori, ma anche agli altri utenti.

Perché i WiFi Hotspot sono poco sicuri?

I WiFi Hotspot sono poco sicuri perché espongono a terzi alcuni dei nostri dati più sensibili. I router a cui si connettono i vari dispositivi registrano ogni movimento in modo automatico.

Inoltre, qualsiasi malintenzionato con discrete conoscenze di informatica potrebbe intrufolarsi per accedere al registro del router, così come spiare gli altri utenti ignari della situazione.

Ad esempio, tutti hanno l’App di home-bankinig installata sul proprio dispositivo.
Difatti, una buona percentuale di delinquenti digitali mira proprio a questo, ovvero rubare i codici di accesso e di gestione, sfruttando una rete pubblica condivisa.

Detto questo, avevi mai sentito parlare di indirizzo IP? E’ il parametro per eccellenza che consente ad un terzo di spiare ogni nostro movimento, il punto fisico da cui siamo connessi e altri dati ancora.

Per colpire una vittima a livello informatico è necessario conoscere il suo IP ovvero il primo dato che i malintenzionati cercano di rubare.

wifi-hotspot

Quali sono le tracce che lasciamo online?

Una delle tracce più sensibili che lasciamo in rete è proprio il nostro indirizzo IP. E’ l’acronimo di “Internet Protocol”. Si tratta, semplicemente, di un codice numerico che consente ad un determinato dispositivo di entrare in comunicazione con il server che ospita il sito o la piattaforma a cui ci vogliamo connettere.

Ogni connessione ne ha uno ed è univoco, nel senso che viene assegnato ad un determinato soggetto, ovvero l’intestatario del servizio.
Neanche i WifI Hospot fanno eccezione: ogni utente ha un identificativo personale che lo rende perfettamente rintracciabile.

Tra le varie cose, gli esperti del mestiere riescono persino ad individuare marca e modello di ogni dispositivo che si connette, sempre grazie al registro del router.

Insomma, l’unico modo per tutelare la propria privacy sembrerebbe proprio quello di nascondere il questo indirizzo IP.
E’ davvero possibile? Se “sì”, come?
Vediamolo insieme nel prossimo paragrafo.

E’ utile nascondere il proprio indirizzo IP?

Nascondere il proprio indirizzo IP non è solo utile, ma è fondamentale per proteggere la propria privacy online.
Da qui in avanti concentriamoci un momento per comprendere bene quanto seguirà. Il punto della questione è davvero sottile.

Tecnicamente non è possibile accedere ad un determinato sito o piattaforma Web senza un IP, in quanto non potrebbe avvenire la comunicazione tra il dispositivo e il server ospitante, detto in gergo “host”.
Nonostante ciò, è possibile navigare con l’indirizzo IP di una terza parte, in modo che nessuno lo possa associare alla nostra persona e, quindi, anche alle nostre attività online.

Esistono diversi modi per ottenere un nuovo IP, alcuni più sicuri, altri meno. Altri ancora più semplici da attuare, in contrapposizione a quelli più macchinosi.
Ecco perché, prima di concludere l’articolo, ti illustreremo il metodo più efficace, sicuro e alla portata di tutti.

WiFi Hotspot: perché usare le VPN?

wifi-hotspot-significato

Il miglior metodo per proteggere la propria privacy online è quello di utilizzare una VPN che ci permetta di acquisire un nuovo indirizzo IP a cui nessuno potrà associare la nostra persona. Non solo, questi software ci permettono anche di navigare in modo sicuro perché, di fatto, rendono la connessione criptata e quindi a prova di intrusione da parte di terzi.

Se vuoi sapere nel dettaglio come funzionano le VPN e a quali compagnie affidarsi, allora dai uno sguardo al nostro articolo di approfondimento cliccando qui.

Come avrai modo di leggere, utilizzarle è davvero semplice e alla portata di chiunque. Nonostante ciò, allo stesso tempo sono anche software davvero sicuri ed efficaci.

Grazie ad essi potrai utilizzare qualsiasi WiFi Hotspot in tutta tranquillità, avendo però la consapevolezza di essere un vero utente anonimo.

Significato di Hotspot WiFi e privacy: ultime considerazioni.

In questo articolo non abbiamo parlato solo del significato di Hotspot WiFi, ma anche di come proteggere la nostra privacy ogni qualvolta utilizziamo tale servizio.

Infatti, proprio a causa del fatto che sono reti pubbliche condivise, potrebbero rivelarsi connessioni poco sicure.
Uno dei parametri informatici più sensibili è il nostro indirizzo IP, ovvero un codice numerico che ci identifica in modo univoco.

Tra i vari metodi per nasconderlo c’è quello di farsi assegnare un nuovo IP dalla VPN che abbiamo scelto. In questo modo, nessuno potrà mai associarlo alla nostra persona e alle attività che svolgiamo in rete.

In conclusione possiamo dire che, sebbene gli Hotspot WiFi possano rappresentare un possibile rischio, grazie alle VPN si possono continuare ad utilizzare in tutta tranquillità.

Fammi sapere cosa ne pensi

Leave a reply

Diffida Dalle Imitazioni

Ho solo un sito ed è LeMiglioriVPN.com, vari siti copiano i miei articoli e guide Originali, diffida dalle imitazioni e condividi i miei articoli.

Per iniziare

In evidenza

LeMiglioriVPN.com
Logo