Private Internet Access: PIA VPN recensione 2022

private-internet-access

Benvenuto in questa recensione 2022 di Private Internet Access o PIA VPN, che dir si voglia.
Nei prossimi paragrafi troverai un’analisi dettagliata di questo prodotto. Funzionalità di base, avanzate, scheda tecnica e chi più ne ha più ne metta.

Iniziamo subito con il sottolineare uno dei suoi punti forza, ovvero la politica “no log”.

Avendo questa società sede in California (USA), la stessa non può tenere traccia dei dati afferiti agli utenti.
In altre parole, la politica “no log” impedisce alla compagnia di associare un determinato indirizzo IP ad un determinato traffico dati.

Ecco perché questa VPN è tra le preferite da tutti gli appassionati di Torrent o P2P.

Infine, parleremo dei costi: qual è il rapporto qualità/prezzo? Conviene davvero utilizzare questo software?

Bene, direi che siamo a posto con le premesse iniziali. Non perdiamo altro tempo ed entriamo nel vivo della recensione.

Private Internet Access

Scheda tecnica PIA VPN

Traffico dati Illimitato
Tipo di rete Privata
Criptografia AES-128 , AES-256 , Blowfish
Server Switches Illimitati
Server N/D
Indirizzi IP N/D
Protocolli OpenVPN , L2TP , PPTP , SOCKS
Devices Supportati  Windows, Mac , Android , iOS (manualmente)
Supporto OpenVPN Si
Tipo di supporto

Online chat , ticket

Soddisfatti o rimborsati ? Entro 30 giorni con motivazione valida
Nazioni coperte 80, Italia inclusa
Multi Login Fino a 10

Principali funzionalità di Private Internet Access – PIA VPN

In questa macro-sezione della recensione tratterò le principali funzionalità del software in esame.

In particolare, avendola testata personalmente, ti darò alcune dritte su come agire nelle impostazioni per ottimizzare la VPN con il Torrent o il P2P.

Interfaccia, primo avvio e selezione delle nazioni

L’interfaccia di Private Internet Access VPN è sì, tutto sommato, semplice da utilizzare. Al contempo, però, ritengo che si possa migliorare, a beneficio della User Experience.

Detto ciò, per effettuare il primo avvio bisogna fare quanto segue:

  1. una volta fatto il pagamento ed il download, avvia l’app.
  2. Se la usi da PC, questa verrà automaticamente iconizzata nella barra degli strumenti.
  3. Cliccaci sopra con il tasto destro e poi, con il sinistro, clicca su “Settings”.
  4. Inserisci lo user name e la password che ti vengono inviati via e-mail.
  5. A questo punto, devi scegliere se consentire o meno l’avvio automatico della VPN ogni qualvolta venga acceso il dispositivo.

pia-VPN-recensione

Bene, ora sei pronto per usarla. Puoi scegliere la nazione che vuoi dall’apposita tendina.
Non compare nessun messaggio che ti avvisi dell’avvenuta connessone alla rete criptata.

Devi prestare attenzione al colore dell’icona. Se è verde significa che sei protetto.
Se è rossa, ovviamente no.

pia-vpn

Opzioni avanzate generali

Tra le opzioni avanzate generali di PIA – Private Internet Access VPN troviamo:

1. Connection Type

Puoi scegliere tra:

  • udp”: più veloce, ma meno sicura.
  • tcp”: più sicura, ma meno veloce.

2. Remote Port

A meno che tu non abbia particolari problemi di connessione, ti consiglio di lasciare “auto”, come indicato nell’immagine sotto.

3. Port Forwarding

Premesso che non è disponibile con i server statunitensi e canadesi, questa funzionalità permette di ottenere una porta generata random verso l’esterno.

Tranquillo, più avanti troverai un paragrafo dedicato al Port Forwarding per Torrent o P2P.

4. VPN Kill Switch

La funzionalità Kill Switch interrompe in automatico la connessione ogni qualvolta questa dovesse cadare accidentalmente, magari a seguito di un black out o al riavvio del dispositivo scarico appena ricollegato alla presa elettrica.

Sebbene stiamo parlando di frazioni di decimi di secondo, in questi brevi frangenti sei vulnerabile agli attacchi.

5. DNS Leak Protection

Ti consiglio di lasciare questa funzione attiva. Così facendo, eviterai possibili problemi derivati dalla cache DNS non svuotata.

6. Ipv6 Leak Protection.

Idem come sopra. A proposito, se vuoi saperne di più, dai uno sguardo al mio articolo di approfondimento “Come svuotare la cache DNS su Windows e Mac.

vpn-pia

Crittografia dei dati

Finito di elencare le principali funzionalità, proseguiamo la recensione di Private Internet Access VPN parlando di crittografia.

Nella fattispecie, puoi modulare il livello di quest’ultima agendo sulle seguenti impostazioni:

1. Data Encryption

Troverai il sistema AES-128 di default. Non fornisce il grado di protezione più alto in assoluto, ma è veloce e funzionale.

Ad ogni modo, puoi sempre aumentarlo, così come disattivarlo completamente. Così facendo cambi indirizzo IP senza, però, criptare i tuoi dati.

2. Data Authentication

E’ un’opzione avanzata che serve per proteggere i tuoi dati nel breve frangente in cui ti stai connettendo al server di PIA VPN che hai selezonato.

Ti consiglio di lasciare i valori di default.

3. Handshake

Infine, troviamo l’opzione Handshake, grazie alla quale è possibile impostare il valore delle chiavi crittografiche utilizzate dal server a cui ci si vuole connettere.

Serve per evitare di collegarsi a finti server, che, spacciandosi per quelli di una grossa compagnia VPN, registrano i dati degli utenti a loro insaputa.

Anche in questo caso, ti consiglio di non cambiare i valori che trovi. E’ una funzionalità molto avanzata che, di certo, all’utente medio non serve.

private-internet-access-vpn

Impostazioni per Torrent o P2P su Private Internet Access – PIA VPN

Tra le opzioni avanzate generali di PIA VPN ti avevo menzionato il Port Forwarding, ricordi?

Una volta attivata, passando con il cursore del mouse sopra all’icona nella barra degli strumenti, viene mostrato il numero della porta.

private-internet-vpn

Segnatelo, accedi a uTorrent e vai sulle impostazioni della connessione.

A questo punto, non dovrai fare altro che compilare l’apposito campo inserendo il numero della porta che ti sei segnato poco prima.

giudizio-e-opinione-su-private-internet-access

Sempre per gli appassionati di Torrent, Private Internet Access VPN da la possibilità di utilizzare i protocolli L2TP e PPTP.

Per farlo, bisogna generare una nuova password e un nuovo username andando nell’area personale.

Infine, troviamo il proxy Socks 5. Quest’ultimo ti fornisce sì un nuovo indirizzo IP, ma senza criptare la connessione. Di conseguenza, è da usare con la massima cautela.

Ad ogni modo il numero della porta è 1080, mentre il nome del server è nl.privateinternetaccess.com.

Configurare Private Internet Access – PIA VPN su dispositivi mobili

Per quanto riguarda la compatibilità con i dispositivi mobili, devo ammettere che la compagnia poteva fare di meglio.

Allo stesso tempo, sono molto fiducioso che miglioreranno anche questo aspetto.

Detto ciò, per installare PIA VPN sull’iPhone ti invito a leggere la mia guida cliccando qui.

Invece, se hai un dispositivo Android, puoi scaricare ed utilizzare l’apposito client.

Quanto costa Private Internet Access – PIA VPN?

Di listino, questo software costa quasi 11 €uro al mese. Per fortuna, sono riuscito a stringere una convenzione molto vantaggiosa con la compagnia produttrice.

Per tutti i miei Lettori è previsto uno sconto dell’81%!!

private-internet-access-recensione

In pratica, arrivi a pagare PIA VPN l’equivalente di 2 caffè al mese.
Che dire, un prezzo davvero interessante.

Private Internet Access

A maggior ragione se teniamo conto anche del periodo di prova.
Inizialmente era limitato a 7 giorni. Oggi, invece, la compagnia lo ha esteso fino a 30 giorni, proprio come i suoi maggiori competitor.

Devo avvisarti, però, che per ottenere il rimborso è necessario paventare una valida motivazione.
In altre parole, non è possibile effettuare i così detti “abbonamenti a scrocco”.

Private Internet Access: PIA VPN recensione 2022: conclusioni finali

Eccoci giunti alla fine di questo articolo di approfondimento.
Beh, prima di tutto, quello che ho esaminato è sicuramente un buon prodotto.

Certo, non è la VPN numero 1 al mondo, ma è comunque in grado di soddisfare le esigenze dell’utente medio.

La sua ferrea politica “no log” e la sua struttura “open source” sono, senza dubbio, i suoi punti d forza. Insomma, questa compagnia tiene davvero alla privacy degli utenti.

Inoltre, copre 80 nazioni (Italia inclusa) e permette di vedere SkyGo all’estero.

Al contrario, personalmente lavorerei di più sulla compatibilità con i dispositivi mobili e sull’interfaccia.

Per concludere questa mia recensione su Private Internet Access VPN, mi sento di consigliarla a tutti gli appassionati di Torrent, così come a tutti coloro che necessitano di un discreto livello di crittografia.

Attenzione però: l’unico modo per ottenere lo sconto descritto al paragrafo precedente è quello di cliccare il mio banner!

Private Internet Access
8.5 Total Score
Private Internet Access - PIA VPN: ottima per Torrent!

QUALITÀ/PREZZO
9
SEMPLICITÀ D'USO
8
ACCESSIBILITÀ
9
DEVICES SUPPORTATI
8.5
COPERTURA NAZIONI
8
PROS
  • Funziona con Torrent
  • Offre un discreto livello di crittografia
  • Buon numero di nazioni coperte
  • Adatta alle esigenze dell'utente medio
CONS
  • Non molto economica se acquistata fuori promozione
  • User Experience da migliorare

5 Comments
  1. Ho provato oggi e l’app per Windows quando si connette a un server ITA non da un reale IP Italiano. Sono in contatto con loro per aiutarli a risolvere il problema poi una volta verificato che sia tutto funzionante al 100% aggiorno la review e qua nei commenti !

  2. Ho avuto risposte. Il server in lista lo hanno ma hanno pochi IP per l’Italia. Per tanto per ora e’ facile che vieni dirottato su un server USA. Per cui nonostante sia un ottima VPN, nonostante la presenza in lista dell’Italia, fino a che onn avra’ abbastanza ip disponibili, non me la sento di segnalarla se uno ne ha bisogno per un IP Italiano.

  3. Si puoi farlo. La PS3 ha la voce VPN, li configuri username,password protocollo e server di collegamento e hai fatto. Per dire se ti colleghi agli USA puoi anche accedere ai tornei USA poi o scaricare i giochi riservati al mercato USA che poi ti rimangono nella PS3

  4. Funziona anche in Linux-Ubuntu e sul sito c’è una guida molto semplice per usufruirne.
    Ciao, Sara

  5. Di fatto come tu dici la VPN basta e avanza. La “comodità” di un proxy è che molti client (browser,p2p,torrent,console videogiochi) permettono l’impostazione di proxy (e non VPN) e per tanto avendo dei proxy da usare si possono impostare in quei client rendendo tali client geolocalizzati e anonimi (anche se non criptati)

Leave a reply

Diffida Dalle Imitazioni

Ho solo un sito ed è LeMiglioriVPN.com, vari siti copiano i miei articoli e guide Originali, diffida dalle imitazioni e condividi i miei articoli.

Per iniziare

In evidenza

LeMiglioriVPN.com
Logo