Atlas VPN recensione: AtlasVPN truffa o vale la pena?

atlas-vpn

Sei in cerca di una AtlasVPN recensione esaustiva e dettagliata? Finalmente sei nel posto giusto. Essendo AtlasVPN un prodotto relativamente nuovo sul mercato, può essere difficile trovare informazioni complete e affidabili. In questa recensione, esamineremo in modo approfondito le funzionalità offerte da Atlas VPN, valutando la sua capacità di competere con i giganti del settore VPN. Esploreremo anche le prospettive future di AtlasVPN e come potrebbe evolversi per soddisfare le esigenze di privacy e sicurezza online degli utenti. Preparati a scoprire tutto ciò che c’è da sapere su AltasVPN attraverso un’analisi dettagliata che risponderà a tutte le tue domande. Continua a leggere per una recensione completa che ti aiuterà a capire se AtlasVPN è la scelta giusta per te.

RIMBORSO COMPLETO + RISPARMIA 86%
OFFERTA ESCLUSIVA riservata ai Lettori de LeMiglioriVPN.com

Atlas VPN con 30 giorni di garanzia soddisfatto o rimborsato

Il mio articolo è stato aggiornato il: 12.4.2024

Premesse iniziali di questa recensione su AtlasVPN

  • AtlasVPN è un prodotto lanciato nel 2019 dell’omonima società americana con sede nel Delaware.
  • A patire dal 2021, però, quest’ultima è stata assorbita dal gruppo Nord Security lo stesso che ha lanciato la famosa NordVPN.
  • Nel febbraio 2023, Atlas VPN si è piazzata al terzo posto della VPN53 di TechRound, una classifica che mette a confronto le migliori VPN in circolazione nel Regno Unito e in tutta Europa.
  • Ad oggi, il prodotto in questione può vantare oltre 6 milioni di utenti attivi in tutto il mondo, Italia inclusa, ovviamente.
  • Detto ciò, AtlasVPN è un software così detto “freemium”, neologismo formato dalle parole “free” e “premium”. Molto semplicemente, sono dei prodotti che, di base, sono gratuiti.
  • Tuttavia, per poter accedere a determinate funzionalità è necessario sottoscrivere un abbonamento.

Scheda tecnica di Atlas VPN: Versione Premium e Gratis a confronto

 Versione Premium
Versione Gratis
Traffico datiillimitato10 GB al mese
Tipo di reteprivataprivata
Crittografia256-bit AES256-bit AES
Server SwitchesIllimitatiIllimitati
Server a disposizione
1000+3
Indirizzi IPn/an/a
ProtocolliIPv6, IPSec, IKEv2, WireGuardIPv6, IPSec, IKEv2, WireGuard
Devices Supportati Windows, MacOS, Android, iOS, Linux Android TV, Amazon Fire TVWindows, MacOS, Android, iOS, Linux Android TV, Amazon Fire TV
Supporto OpenVPNnono
Tipo di supporto

e-mail, ticket 24/7

solo e-mail

Soddisfatti o rimborsati ?30 giorni// // //
Nazioni coperte423
Multi Loginillimitatiillimitati

Recensione Atlas VPN: quali sono le sue principali funzionalità?

  1. Kill Switch
  2. Tracker Blocker
  3. DNS privati
  4. Data Breach Monitor
  5. SafeBrowse Mode
  6. SafeSwap

In questo maxi-paragrafo della mia recensione su Atlas VPN, vedremo nel dettaglio alcune sue funzionalità messe a disposizione dei suoi utenti.

Alcune vengono offerte anche dai competitor, altre, invece, sono proposte in esclusiva.

In via preliminare, posso dire che questa VPN, sebbene non sia la numero uno in assoluto, è in grado di soddisfare le esigenze di una vasta moltitudine di utenti. Persino quelli più esperti ed esigenti trovano questo software davvero interessante.

Insomma, nonostante la compagnia abbia solo 2 anni di vita, sta già andando alla grande per quelli che sono gli attuali standard.

Preciso che tratterò solo le funzionalità della versione premium che potrebbero non essere presenti in quella gratuita.

RIMBORSO COMPLETO + RISPARMIA 86%
OFFERTA ESCLUSIVA riservata ai Lettori de LeMiglioriVPN.com

Atlas VPN con 30 giorni di garanzia soddisfatto o rimborsato

1. Kill Switch

Al pari di altre sue concorrenti, anche Atlas VPN offre la funzione “Kill Switch” ai propri utenti. Sai di cosa si tratta? Se “no”, te lo spiego subito con poche e semplici parole.

Nel caso in cui dovesse “cadere” la tua connessione, il “Kill Switch” fa in modo che il collegamento si ripristini solo se la VPN risulta attiva.

Infatti, si tratta di un momento molto delicato in cui, senza un’adeguata protezione, potrebbe verificarsi una perdita di dati sensibili.

Una volta attivato cliccando sul relativo bottone, il “Kill Switch” rimarrà attivo in automatico.

2. Tracker Blocker

A cosa servono le VPN? A navigare in modo del tutto anonimo sfruttando i loro server e i rispettivi indirizzi IP fittizi.

Nonostante ciò, questi software non bloccano i così detti “tracker”, ovvero delle applicazioni la cui funzione sarebbe quella di migliorare l’esperienza utente.

In realtà, questi ultimi non fanno altro che tracciare le attività degli utenti senza un loro esplicito consenso, al fine di effettuare la loro profilazione.

Ecco perché AtlasVPN ha deciso di fornire ai suoi utenti la funzionalità “Tracker Blocker” con cui impedire il tracciamento da parte di terzi.

Anche in questo caso, una volta attivata, questa continuerà a funzionare di default in background.

3. DNS privati

Molte compagnie offrono ai loro utenti i DNS privati e AtlasVPN non fa eccezione. Cosa sono? Perché sono così importanti in relazione alla nostra privacy?

Senza scendere nei meandri degli aspetti informatici più complicati, utilizzare i DNS del proprio provider significa far sapere a quest’ultimo ogni nostra azione che effettuiamo in rete.

Ecco perché non dovrebbero mai essere usati, preferendo, al loro posto, quelli anonimi o quelli criptati.
Fortunatamente, questa VPN ti mette a disposizione i suoi DNS per un anonimato a prova di hacker, enti governativi e aziende moleste a caccia di dati sensibili da rivendere.

4. Data Breach Monitor

Il “Data Breach Monitor” è una funzionalità integrata a questa VPN e il suo scopo è quello di informare l’utente in tempo reale in merito eventuali “fughe” di dati sensibili che lo riguardano.

In questo modo, è possibile tenere sotto controllo il livello di protezione della propria privacy e, nel caso ci fossero dei problemi, agire tempestivamente per risolverli e scongiurare il peggio.

5. SafeBrowse Mode

La funzionalità “SafeBrowse Mode” impedisce in automatico l’apertura di quei siti considerati non attendibili o pericolosi.
Nonostante ciò, alcuni utenti preferiscono non utilizzarla. Perché?

I governi di alcuni paesi fanno risultare “non sicuri” quei siti potenzialmente pericolosi non per gli utenti, ma per lo stesso establishment.

Insomma, la funzionalità “SafeBrowse Mode” rappresenta una sorta di “autocensura” che alcuni vorrebbero evitare, assumendosi piena responsabilità in merito ai siti che intendono visitare.

Ovviamente, AtlasVPN da la possibilità di attivarla o meno.

6. SafeSwap (esclusiva Atlas VPN)

L’esclusiva funzionalità “SafeSwap” fa in modo che la VPN cambi automaticamente l’indirizzo IP fittizio ad intervalli temporali regolari. In altre parole, così facendo si “cancellano” le proprie tracce man mano che si naviga in rete.

Ammesso e concesso che qualcuno possa “bucare” il sistema di crittografia AES-256, difficilmente potrà arrivare a noi, dal momento che il nostro IP varia in continuazione.

Di sicuro si tratta di una funzionalità molto avanzata, di cui l’utente medio ne ha raramente bisogno.

Infatti, è importante tenere a mente che, quando utilizziamo la VPN per bypassare delle geo-restrizioni ben precise (ad esempio quelle applicate sulle piattaforme di streaming), dobbiamo tenere il SafeSwap disattivato.

Protocolli crittografici di AtlasVPN

  1. IKEv2/IPsec
  2. WireGuard

Dopo aver parlato delle funzionalità, ora è il momento di affrontare la questione protocolli di sicurezza di AtlasVPN. In via preliminare, sono gli stessi offerti anche da molte altre compagnie e il loro scopo è quello di crittografare il traffico dati.

Infatti, il solo cambio di indirizzo IP non è sufficiente per garantire una reale ed effettiva protezione della propria privacy online.
Detto questo, se vuoi conoscere il loro meccanismo d’azione, andiamo subito ai prossimi sotto-paragrafi.

1. IKEv2/IPsec

Parlando dei protocolli crittografici di AtlasVPN, eccoci con “IKEv2/IPsec”.

Quest’ultimo è ideale per garantire la sicurezza del traffico autenticando e crittografando ogni singolo pacchetto di un flusso di dati.

È davvero efficace, in quanto la connessione viene fatta avviare da entrambi i lati, di conseguenza non c’è alcuna possibilità di “imbattersi” in pacchetti da fonti esterne.

Il protocollo, inoltre, termina anche ogni qualvolta ci sia un “down” della connessione. Insomma, in tal caso i tuoi dati non verrebbero nemmeno inviati.

2. WireGuard

In alternativa, però, tra i protocolli di sicurezza disponibili c’è anche “WireGuard”, attualmente quello più discusso.

Da un lato c’è, indubbiamente, la grande velocità che riesce a dare alla propria linea, visto che è di gran lunga più “leggero” rispetto ai primi 2.

Tuttavia, sembra che possa avere ancora delle criticità sotto il profilo della protezione dei dati. Non a caso, è ancora considerato “sperimentale” da tantissimi esperti del settore.

Ad ogni modo, fino ad ora non sono state mai registrate possibili falle in merito alla sua sicurezza.

RIMBORSO COMPLETO + RISPARMIA 86%
OFFERTA ESCLUSIVA riservata ai Lettori de LeMiglioriVPN.com

Atlas VPN con 30 giorni di garanzia soddisfatto o rimborsato

Atlas VPN: principali usi pratici nel quotidiano

  1. Sbloccare le principali piattaforme streaming
  2. Condividere file Torrent e P2P
  3. Fare gaming

Ecco cosa fare una volta ottenuto un nuovo indirizzo IP e aver crittografato il proprio traffico dati grazie ad Atlas VPN.

Insomma, quelle che ho elencato qui sopra sono le principali applicazioni pratiche del quotidiano. In altre parole, ciò significa “unire l’utile al dilettevole”.

Dai, nei prossimi sotto-paragrafi troverai qualche mia dritta in merito a queste attività.

1. Sbloccare le principali piattaforme streaming

Uno degli usi più comuni di Atlas VPN è, naturalmente, lo sblocco delle principali piattaforme streaming, ovvero dei vari cataloghi nazionali che sono accessibili solo dal rispettivo Paese.

Come hai potuto leggere nella scheda tecnica che hai trovato nella prima parte di questa guida, avrai sicuramente notato che il software in questione copre ben 49 paesi del mondo.

Bene, ciò significa che puoi sbloccare i rispettivi cataloghi nazionali. Ottimo, direi! Nello specifico, puoi accedere a queste piattaforme ovunque ti trovi:

  • Netflix
  • Disney Plus
  • Amazon Prime Video
  • Now TV
  • BBC
  • Rai Play
  • Mediaset Play e molte altre ancora.

2. Condividere file Torrent e P2P

Un’altra attività piuttosto frequente è la condivisione di file Torrent e P2P. Insomma, grazie ai migliori siti di “nicchia” è davvero possibile caricare e scaricare ogni sorta di file.

Già, peccato, però, che molti di questi siano protetti da copyright, pertanto scaricarli sarebbe alquanto rischioso.

Per fortuna, Atlas VPN, oltre a non porre alcuna limitazione a riguardo, ti da anche tutti gli strumenti per svolgere tale attività in tutta sicurezza, proprio come spiego nella mia guida dedicata alle migliori VPN per Torrent e P2P.

3. Fare gaming

Perché usare una VPN per fare gaming? Beh, prima di tutto perché in questo ambito gira brutta gente spesso e volentieri, personaggi che sfruttano le principali piattaforme per tracciare e rubare i dati dei giocatori.

Non solo, alcuni hacker sono anche in grado di scroccarti la connessione, al fine di compiere il “mining” di criptovalute, così come altre attività decisamente illegali.

Inoltre, se decidi di fare gaming utilizzando Atlas VPN, sappi che avrai anche il grandissimo vantaggio di poter giocare con gli utenti di tutto il mondo, sfruttando i rispettivi server locali.

L’ho provata in diverse occasioni e devo ammettere che ho giocato piuttosto bene. Niente blocchi, niente schermo frizzato. Niente di niente!

Recensione Atlas VPN: come installarla su ogni device

  1. Windows
  2. MacOS
  3. Android
  4. iOS
  5. Linux

Arrivato a questo punto della mia recensione su Atlas VPN, sono certissimo che hai ben chiari tutti i vantaggi del prodotto in questione.

Di conseguenza, è giunta l’ora di passare dalla teoria, alla pratica.

Nei sotto-paragrafi a seguire, quindi, troverai il singolo tutorial per ogni device elencato qui sopra.

Tutto ciò che devi fare è seguire alla lettera quello (o quelli) che fa al caso tuo.

1. Windows

  1. Prima di tutto, devi creare il tuo account Atlas VPN. L’hai già fatto? Se così fosse, tieniti sottomano il codice cliente ottenuto in fase di iscrizione (user ID e password).
  2. Ora, vai sul sito ufficiale e clicca la sezione “App VPN” che trovi sul menù principale in alto.
  3. Quindi, clicca l’icona di “Windows”, in modo da scaricare velocemente il rispettivo client.
  4. Attendi che il download si completi.
  5. Ora, devi cliccare sul file eseguibile e proseguire con l’installazione guidata.
  6. A questo punto, troverai l’icona di Atlas VPN sul desktop (o in qualsiasi altro posto tu l’abbia salvata), quindi cliccaci sopra.
  7. Successivamente, effettua il login inserendo il codice cliente ottenuto in fase di iscrizione.
  8. Infine, attiva Atlas VPN selezionando una nuova posizione server (fai click sopra alla nazione di cui vorresti ottenere l’IP).

2. MacOS

  1. Apri il tuo account Atlas VPN o, in alternativa, assicurati di avere disponibile il codice cliente.
  2. Dopodiché, vai sul sito ufficiale di Atlas VPN e clicca sulla voce “App VPN” che trovi nel menù principale.
  3. Di conseguenza, esegui il download cliccando proprio su “macOS”.
  4. Adesso, dal Dok, entra nella cartella Download e fai click sul file per far partire l’installazione. Appena verrà richiesto, autenticati con il tuo ID Apple per concludere l’operazione.
  5. Arrivato fino a qui, fai click sull’icona di Atlas VPN e loggati inserendo il codice cliente in fase di iscrizione.
  6. Per ultimo, concludi la configurazione cliccando sulla nazione che desideri.

3. Android

  1. Inizia il tutto aprendo un account Atlas VPN o, eventualmente, tenendo a portata di mano il codice ciente per il login.
  2. Di conseguenza, scarica il client andando sul sito ufficiale Atlas VPN.
  3. Quindi, devi fare fai tap sulla solita sezione “App VPN” e, successivamente, proprio sull’icona “Android”.
  4. Scarica il client e attendi che l’operazione si concluda.
  5. Procedi facendo tap sul file appena scaricato e prosegui in modo da ultimare l’installazione.
  6. A questo punto, vedrai senz’altro l’icona di Atlas VPN sulla Home del tuo dispositivo Android. Devi fare tap sopra e, naturalmente, eseguire il login inserendo user ID e password utilizzati in fase di registrazione.
  7. Per concludere il tutto, attiva Atlas VPN selezionando una nuova posizione server, ossia facendo tap sopra al paese da cui vorresti risultare connesso.

4. iOS

  1. Registra subito il tuo account Atlas VPN. Già fatto? Allora tieni pronti user ID e password.
  2. Per scaricare Atlas VPN puoi andare sull’Apple Store ma, personalmente, ti suggerisco di andare sempre sul sito ufficiale.
  3. Ultimato lo step precedente, fai tap su “App VPN” e, poi ancora, su “iOS”.
  4. Ora, scarica il file sul tuo device e vai avanti con l’installazione guidata. Come avviene per qualsiasi dispositivo della casa madre in questione, autenticati grazie al tuo Apple ID.
  5. Una volta installata Atlas VPN devi, ovviamente, devi eseguire il login inserendo user ID e password che hai scelto in fase di iscrizione.
  6. Infine, fai tap sopra al paese di cui vorresti ottenere l’indirizzo IP ed il gioco è fatto.

5. Linux

Purtroppo, Linux non è molto “comodo” da usare e Atlas VPN non fa eccezione.

In altre parole, se vuoi usare questo software con tale sistema operativo devi darti da fare.

Ad ogni modo, qui di seguito troverai tutte le istruzioni.

Come installare Atlas VPN su Linux

  1. Prima di tutto crea il tuo account Atlas VPN in modo da avere pronto il codice cliente.
  2. Ora, scarica il pacchetto cliccando su “App VPN” e, poi ancora, su “Lunix”.
  3. Una volta terminato il download, controlla in quale repository si trova. Puoi farlo facendo clic con il pulsante destro del mouse sul file e scegliendo “Proprietà”. Il repository verrà visualizzato accanto alla cartella principale.
  4. Una volta aperto, copia questo comando nel terminale, modifica la parte “/path/to” per indicare il repository e premi Invio per eseguirlo:
    sudo dpkg -i /path/to/atlasvpn-repo.de
  5. Adesso, prima di installare Atlas VPN, copia e incolla questo comando nel terminale e premi Invio per eseguirlo:
    sudo apt updat
  6. Infine, completa l’operazione eseguendo questo comando:
    sudo apt install atlasvpn

Recensione AtlasVPN: quanto costa?

Avevi mai sentito parlare di prodotti o servizi “freemium”? In poche parole, quest’espressione si riferisce ad una formula commerciale che consiste nell’offrire gratuitamente una versione di base e, contestualmente, proporre anche delle funzionalità aggiuntive a pagamento.

Quindi, Atlas VPN ti mette a disposizione un servizio gratuito in parallelo a quello ottenibile mediante la sottoscrizione di un abbonamento.

Detto ciò, come si vede nell’immagine, l’attuale prezzo sarebbe di 11,22 €uro al mese.

quanto-costa-atlas-vpn

Allo stesso tempo, c’è anche un ottimo sconto: si possono risparmiare ben 336,60 €uro in 2 anni!!

E’ lo sconto riservato ai Lettori de “LeMiglioriVPN.com”, quindi anche a te. Clicca subito sul banner per ottenerlo!

RIMBORSO COMPLETO + RISPARMIA 86%
OFFERTA ESCLUSIVA riservata ai Lettori de LeMiglioriVPN.com

Atlas VPN con 30 giorni di garanzia soddisfatto o rimborsato

C’è poco da dire, gli importi sono davvero “allettanti”, specialmente se paragonati a quelli di altre compagnie concorrenti.

Insomma, scegliendo il piano biennale, questo servizio VPN ti costa meno di 2 caffè al mese.

Ciò è del tutto comprensibile perché, come già anticipato nell’introduzione, si tratta di una quasi “neonata” compagnia che ha bisogno di farsi strada tra quelli che sono i colossi mondiali del settore.

Recensioni Atlas VPN: cosa ne pensano gli altri?

Siccome non voglio apparire come uno di parte, eccoti questa sezione dedicata alla recensioni Atlas VPN da parte degli altri utenti.

In questo modo, vedremo se le opinioni combaciano.

Detto ciò, qual è il modo per farsi un’idea concreta di quella che può essere l’esperienza altrui? Beh, basta andare su TrustPilot, uno dei principali siti di recensioni.

Per quanto riguarda Atlas VPN, questa totalizza un punteggio massimo di 3.9 / 5. Insomma, non è il massimo, ma comunque si tratta di un ottimo risultato.

Invece, dando uno sguardo anche al noto portale “anti-truffa” ScamAdviser, qui possiamo vedere che il punteggio raggiunto è di 75 / 100.

In altre parole, è proprio il succo di quanto scritto in questa mia recensione Atlas VPN. Il prodotto non è male, ma, per quello che costa, ce ne sono di migliori.

Migliori VPN alternative ad Atlas VPN

  1. ExpressVPN
  2. NordVPN
  3. SurfShark

Ritieni che Atlas VPN non sia in grado di soddisfare tutte le tue esigenze? Se così fosse, ecco anche le migliori VPN alternative.

Se sei un appassionato del settore sicuramente le conoscerai già. In caso contrario, eccoti alcune preziose informazioni in merito.

1. ExpressVPN

Inizio con ExpressVPN perché è quella che uso più spesso e che mi ha dato le soddisfazioni maggiori.

Il suo nome non è casuale, dal momento che è, tutti gli effetti, la VPN più veloce sul mercato. Inoltre, ti permette di sbloccare oltre 100 paesi del mondo e funziona pure in Cina.

Non solo, è anche l’unica compagnia a cui puoi scroccare 30 giorni gratis. Clicca il banner sopra per sapere come fare.

2. NordVPN

Al secondo posto delle migliori VPN alternative ad Atlas VPN ho deciso di mettere NordVPN perché è il prodotto di una compagnia molto dinamica e che sa stare al passo con i tempi.

Sebbene avere un’ottima VPN attiva sui propri device sia “cosa buona e giusta”, oggigiorno potrebbe non essere sufficiente, dal momento che anche gli hacker affinano le loro tecniche sempre di più.

Con NordVPN, quindi, avrai a disposizione anche altri 2 preziosi strumenti, quali NordLocker e NordPass. Leggi la recensione per scoprire tutti i dettagli in merito.

3. SurfShark

Ho deciso di mettere SurfShark al terzo posto delle alternative ad Atlas VPN perché, sebbene sia un ottimo prodotto, è sul mercato ancora da poco. Insomma, bisogna darle il tempo di “affermarsi”.

Detto ciò, mi ha subito stupito perché, oltre a coprire 100 paesi nel mondo, è anche l’unica compagnia ad offrire i multi-login simultanei illimitati.

All’atto pratico, ciò ti da la possibilità di dividere così tanto la spesa, tanto da arrivare a pagarla pochi centesimi al mese.

I punti della mia recensione Atlas VPN in breve

  1. AtlasVPN è un prodotto lanciato nel 2019 dell’omonima società americana con sede nel Delaware.
  2. A patire dal 2021, però, quest’ultima è stata assorbita dal gruppo Nord Security lo stesso che ha lanciato la famosa NordVPN.
  3. Tra le sue principali funzionalità troviamo: Kill Switch, Tracker Blocker, DNS privati, Data Breach Monitor, SafeBrowse Mode e SafeSwap.
  4. Per quanto riguarda i protocolli crittografici, invece, hai a disposizione solo IKEv2/IPsec e WireGuard.
  5. Atlas VPN garantisce un ottima compatibilità, dal momento che può essere utilizzata senza problemi con Windows, macOS, così come Android, iOS e persino Linux.
  6. In relazione ai suoi usi pratici, con questa VPN puoi sbloccare le principali piattaforme streaming, condividere file Torrent e P2P e fare gaming.
  7. In conclusione, quindi, nel caso fosso interessato a questo prodotto, clicca il mio banner, così potrai ottenere Atlas VPN pagandola meno di 2 caffè al mese!

RIMBORSO COMPLETO + RISPARMIA 86%
OFFERTA ESCLUSIVA riservata ai Lettori de LeMiglioriVPN.com

Atlas VPN con 30 giorni di garanzia soddisfatto o rimborsato

Ancora dubbioso? Parliamone insieme

Nel caso avessi ancora qualche dubbio o perplessità, non preoccuparti. Infatti, rimane ancora questa sezione F.A.Q. da leggere.

Quelle che troverai sono proprio le domande più cliccate in rete, ma anche quelle che ricevo più spesso dai miei Lettori.

Trovo che siano ottime per far luce in merito agli aspetti più salienti, senza perdersi nei dettagli tecnici.

Insomma, una volta compresi i punti di forza e come utilizzarla nel pratico, non ci serve sapere molto altro.

A proposito, nel caso volessi chiedermi qualcosa di particolare, non esitare a lasciarmi un commento.

1. AtlasVPN sottoscrive la Politica “no log”?

Sì, AtlasVPN adotta la politica “no logs”. Cosa significa?
In pratica, questo vincolo contrattuale impedisce alla compagnia di tracciare il traffico dei suoi utenti.

Certo, viene registrato il volume di GB scambiati, ma non la loro natura o tipologia.
In altre parole, non vengono registrati i dettagli relativi alle azioni che effettui online. Di conseguenza, nessuno potrà mai capire cosa combini nella rete.

Qui devo, senz’altro, spezzare una lancia a favore di questa compagnia perché altre, specialmente quelle gratuite, non danno tale garanzia ai loro clienti.

2. AtlasVPN supporta il Torrent?

Sì, ma lascia che mi spieghi meglio.

Oltre agli amanti dello streaming, tra gli utenti delle VPN troviamo anche coloro che sfruttano Torrent per scaricare i loro contenuti multimediali preferiti.

A tal proposito, come si comporta AtlasVPN?

La compagnia non pone alcuna limitazione in tal senso.
Inoltre, le velocità di download non sono niente male. Queste ultime si aggirano tra i 4 e i 6MB/s (32-48mbps).

3. AtlasVPN funziona con Netflix e le altre piattaforme?

Tra i maggiori fruitori delle VPN ci sono gli appassionati di streaming. Come mai?
Beh, molte delle piattaforme di intrattenimento più blasonate si avvalgono delle geo-restrizioni.

Queste sono degli algoritmi che riservano la visione dei rispettivi contenuti solamente a quegli utenti che si connettono da una determinata area geografica.

Nonostante ciò, non tutte le VPN sono in grado di bypassare questi fastidiosi blocchi informatici.
Fortunatamente, Atlas VPN non rientra tra queste.

Infatti, la versione Premium a pagamento ti permette di accedere tranquillamente ai cataloghi Netflix di diversi paesi del mondo, così come a quelli di HBO Max, Hulu e Amazon Prime Video.

4. Come disattivare Atlas VPN?

Disattivare Atlas VPN è piuttosto semplice perché è sufficiente aprire il client e, quindi, spostare il bottone sulla posizione “Off”.

Insomma, basta un semplice click o tap, a seconda del dispositivo effettivamente in uso.

RIMBORSO COMPLETO + RISPARMIA 86%
OFFERTA ESCLUSIVA riservata ai Lettori de LeMiglioriVPN.com

Atlas VPN con 30 giorni di garanzia soddisfatto o rimborsato

9.2 Total Score
Sommario su Atlas VPN recensione

Rapporto Qualità/Prezzo
9.5
Semplicità d'uso
9.5
Accessibilità
9
Copertura nazioni
8
PROS
  • Kill Switch
  • DNS privati
  • Multi-login illimitati
  • Politica "no logs"
  • Funziona con Netflix
  • Nessun problema con Torrent
CONS
  • Relativamente poche nazioni coperte
  • Non funziona né con SkyGo, né con DAZN
  • Non ha la funzione "Double VPN"
Fammi sapere cosa ne pensi

      Leave a reply

      Diffida Dalle Imitazioni

      Ho solo un sito ed è LeMiglioriVPN.com, vari siti copiano i miei articoli e guide Originali, diffida dalle imitazioni e condividi i miei articoli.

      Per iniziare

      In evidenza

      LeMiglioriVPN.com
      Logo