Disney Plus: il servizio streaming del colosso dei cartoni animati

Tutto quello che devi sapere sul catalogo Disney Plus e molto di più, quanto costa, cosa mostrerà e come registrarsi alla versione USA !

Finalmente l’attesa è quasi finita! Il colosso dei cartoni animati, la casa produttrice dei grandi classici come Bambi, Il Re Leone, Frozen e Toy Story con il suo servizio streaming a pagamento finalmente sta per arrivare nelle case degli italiani! Da quando la Walt Disney Company ha rilasciato la notizia nel settembre 2017 di voler creare un servizio streaming per la visione dei film di sua produzione, grandi e bambini sono impazziti.  L’idea è quella di sfidare i concorrenti del servizio streaming come Netflix e Primevideo battendoli proponendo un catalogo che comprenderà i classici che hanno fatto la storia del cinema, ma anche serie tv originali di casa Marvel e Lucas (Star Wars). Si sa, i film animati della Disney non attirano solo i più piccoli, si tratta di capolavori adatti a tutte le età, per non parlare degli appassionati di supereroi ansiosissimi di scoprire i nuovi personaggi che entreranno a far parte del mondo Marvel. Sei curioso di sapere come funzionerà la piattaforma, quali saranno i contenuti proposti ed il costo del servizio di Disney Plus? Allora continua a leggere per scoprire tutte le informazioni utili circa il servizio streaming in abbonamento di Disney+.

Cos’è Disney Plus?

Disney Plus o Disney+, sarà la prossima piattaforma streaming di casa Walt Disney, un servizio di abbonamento senza pubblicità dedicato alla visione dei gradi classici, ma non solo, infatti troverai contenuti di Pixar, Marvel, Star Wars e National Geographic. Ad oggi il sito ancora non è stato lanciato e si propone con una semplice home page su cui è possibile scorgere quali saranno le compagnie che produrranno i contenuti, ma presto non sarà così.

La piattaforma infatti si presenterà con una pagina principale che farà da vetrina ai nuovi e vecchi titoli. Saranno poi presenti menù a tendina per facilitare la ricerca e la selezione di ciò che vorrai guardare. 

Arrivo in Italia e nel mondo di Disney Plus

Possiamo tutti gioire perché finalmente sono state ufficializzate le date di lancio della piattaforma streaming Disney+. La compagnia cinematografica ha dichiarato che il 12 novembre il sito sarà disponibile negli Stati Uniti, in Canada e nei Paesi bassi. La settimana successiva, il 19 novembre, invece approderà in Australia e Nuova Zelanda. In seguito ai due lanci, Disney+ arriverà in tutto il mondo seguendo una linea logica: entro fine 2019 raggiungerà l’Europa Occidentale e le regioni che affacciano sul Pacifico mentre ad inizio 2020 sarà disponibile per l’est Europa e l’America Latina.

Secondo questo schema l’Italia potrà usufruire del servizio tra dicembre 2019 e gennaio 2020. 

La scelta tattica di scaglionare il lancio è stata fatta in relazione alla concorrenza dei colossi dello streaming a pagamento. Infatti la Walt Disney Company ha siglato diversi accordi con le compagnie concorrenti per scongiurare una concorrenza sleale. 

Nei primi tempi il catalogo sarà completamente diverso e unico rispetto a quello di Netflix, Now tv, Amazon video ed altri.

La strategia di lancio è stata resa nota dal CEO della Disney durante il D23 Expo 2019.

Il tutto non è stato lasciato a caso, ma ha un che di super ingegnoso. La compagnia Walt Disney ha infatti studiato i dati marketing di tutti i film lanciati nel periodo natalizio, oltre che le statistiche di Netflix. Quest’ultimo ha dimostrato che novembre e dicembre sono i due mesi migliori per proporre agli utenti nuovi film. Bird Box, film di casa Netflix infatti è stato presentato in piattaforma il 21 dicembre ed è stato guardato da oltre 80 mila utenti nel primo mese dalla data di uscita. Stesso discorso per Bright, il film con Will Smith lanciato il 13 dicembre, il film più visto del catalogo prima di Bird Box. 

Quanto costerà Disney Plus?

Al momento non sono stati resi noti i costi dell’abbonamento al servizio streaming Disney Plus qui in Italia, ma si è a conoscenza del prezzo per gli Stati Uniti. Attualmente il costo ufficiale per abbonarsi alla piattaforma in America sarà di:

  • 7$ al mese;
  • 70$ l’anno;

Si presuppone che non ci sarà un cambio di valuta a favore dell’euro, ma un cambio 1-1 proponendo un prezzo mensile sui 7€ al mese circa o i 70€ annui. 

La prima cosa che salta agli occhi è il prezzo decisamente inferiore rispetto alla concorrenza, considerando che il costo di Netflix in USA è di 9$ o Now Tv a 15$. Il motivo è da imputare al catalogo che sarà sicuramente meno vario rispetto alle piattaforme di streaming famose. Infatti a differenza dei concorrenti, su Disney+ troverai pochi contenuti originali all’inizio, ma tutto il catalogo dei film creati dalla compagnia fino ad oggi.

Fortunatamente non sarà sempre così, infatti dopo l’assestamento post lancio la piattaforma potrebbe variare il costo dell’abbonamento sia mensile che annuale in seguito al rilascio di contenuti prodotti unici ed originali.

Al costo di 7 dollari al mese avrai accesso all’abbonamento che possiamo definire “base”. Si potranno creare fino a sette profili, oltre all’area dedicata prettamente ai bambini, pensata e creata proprio per i più piccoli, e si potrà guardare in contemporanea su quattro dispositivi diversi. 

Anche per Disney+ sarà possibile scaricare i contenuti in modo illimitati, senza alcun vincolo di volte in cui si può effettuare il download. 

Disney Plus e il sistema di rilascio contenuti 

Una delle caratteristiche principali per cui Disney Plus si differenzia dalla concorrenza è la tipologia di rilascio contenuti adottata. La maggior parte degli utenti che si abbona ai servizi streaming a pagamento è abituata ad un rilascio massivo di film e serie tv. Infatti nella maggior parte dei casi le piattaforme inseriscono i contenuti tutti insieme, così che l’utente non debba aspettare l’appuntamento fisso settimanale.

Disney+ ha invece deciso di rilasciare gli episodi delle serie tv originali settimanalmente uno per volta. In questo modo non ci saranno rischi di spoiler per gli utenti, e si sarà in un certo senso “costretti” a rinnovare l’abbonamento il mese successivo per vedere le nuove puntate. 

Tale metodo ha già fatto discutere gli utenti che si sono schierati in due fazioni. C’è chi apprezza questa tipologia di condivisione dei contenuti perché teme i continui spoiler degli utenti che non hanno il tempo di guardare tutti gli episodi, e chi invece se ne lamenta perché preferisce non attendere per sapere “come va a finire”.

Catalogo Disney Plus al lancio

Molti utenti potrebbero rimanere molto delusi dal catalogo presente al lancio di Disney Plus. Capire il perché è semplice. Ogni film ha dei diritti diversi che variano da paese a paese. In base agli accordi che la compagnia californiana ha preso con i singoli paesi, al momento del lancio della piattaforma potrebbero sia esserci subito disponibili tutti i grandi classici oppure no. Ovviamente il catalogo verrà aggiornato continuamente man mano che gli accordi verranno siglati dalla compagnia nei diversi paesi del mondo. 

Tale situazione non comprende ovviamente i contenuti originali creati direttamente per la piattaforma Disney+. In tal caso infatti il lancio sarà diretto e le serie tv disponibili fin da subito per tutti. 

Disney Plus: qualità audio e video

Così come per le altre piattaforme di streaming a pagamento, anche Disney plus opererà al meglio della qualità video e audio attualmente disponibile. Infatti come dichiarato al D23 Expo 2019, la qualità audio e video sarà altissima. I contenuti saranno disponibili sia in risoluzione 4k che in Ultra HD, ma non solo sarà possibile scegliere anche tra HDR10 e Dolby Vision, un passo decisamente avanti nella qualità dei video. A differenza dell’HDR con il Dolby Vision i televisori compatibili cambiano le informazioni ricevute dalla sorgente scena per scena, modificando e ottimizzando automaticamente luminosità, contrasto e la resa cromatica. 

Per non farsi scappare nulla Disney Plus ha anche lavorato sulla qualità audio, puntando sul Dolby Atmos, un nuovo tipo di audio che riproduce anche in tal caso i suoni migliori autoregolati scena per scena a seconda delle informazioni date dalla sorgente.

Insomma, se sei un appassionato di audio e video di qualità, non perdere l’occasione per vedere i grandi classici rimasterizzati! 

Dove sarà possibile guardare Disney Plus?

La piattaforma Disney Plus sarà supportata dalla maggior parte dei dispositivi. Rientrano infatti gli smatphone, tablet, pc e smart tv. La società è in accordo con i distributori mondiali quali Apple, Google, Microsoft e Sony. Sarà sicuramente disponibile anche su Playstation 4. 

Disney Plus: catalogo completo

Disney Plus inizialmente vanterà almeno 25 serie tv di nuova uscita e circa 500 film, dai più vecchi ai recentissimi. Il colpo di scena è stato scoprire che saranno disponibili tutte le stagioni (trenata) dei Simpson, uno dei cartoni che ha fatto la storia nei vari paesi del mondo. 

Potrai inoltre guardare 5000 episodi presi da Disney Channel e più di 250 ore di documentari di National Geographic. Le stime dichiarate all’Expo 2019 parlano del raggiungimento nei primi cinque anni di oltre 50 serie tv e più di 1000 episodi. 

Le dichiarazioni circa la possibilità d’inserire nel catalogo tutti i film di casa Marvel usciti al cinema è assolutamente vera, oltre che nuove serie televisive annunciate proprio all’Expo. Saranno presenti anche i film della saga Star Wars più serie tv originali. 

Tra le serie tv presenti già dal primo anno abbiamo:

  • The Sound of Music;
  • The Princess Bride;
  • Malcolm in the Middle.

Ovviamente non mancheranno i lungometraggi e i cortometraggi della Pixar (tranne Coco e gli Incredibili 2 attualmente presenti su Netflix, bisogna attendere la fine dell’accordo tra le due produzioni), più delle novità assolute quali:

  • Lamp Life: un cortometraggio di Toy Story che parla di Bo Beep e ciò che gli è successo tra i capitoli 2 e 4;
  • Monster at Work: serie tv dedicata al cartone Monster & Company;
  • Forky Asks a Question: cortometraggi incentrati sul personaggio presente in Toy Story 4.

Non mancheranno i film Disney, sia i vecchissimi come Biancaneve che i più recenti. Tra le nuove serie tv invece figura High School Musical, Diary of a femal President, The Sandlot, Muppets Live Another Day e tanto altro.

Forzer 2, al cinema da Novembre 2019, sarà presente sulla piattaforma dalla primavera 2020.

Marvel e Disney Plus

Come accennato sulla piattaforma a pagamento per lo streaming online di Disney Plus troverai tutto il catalogo di casa Marvel. Saranno presenti i film degli Avengers, dal primo ad Avenger Engame e tutto ciò che ruota attorno i personaggi. Ma ci saranno anche delle novità:

  • The Falcon e The White Solider: la vicenda che mostrerà cos’è successo dopo che capitan America ha dato in carica il suo scudo, interpretata sempre da Anthony Mackie e Sebastian Stan;
  • Wanda Vision: incentrata sulla coppia Wanda Maximoff e Visione;
  • Lokì: la serie tv sul dio villain con Tom Hiddleston che interpreta prima il cattivo per poi redimersi;
  • What if?: serie che mostra come si sarebbero potuti svolgere i fatti se alcuni eventi della storia fossero andati diversamente. 

Non mancheranno anche i titoli annunciati al D23 2019 ovvero She Hulk (incentrato sulla cugina di Bruce Banner), Ms. Marvel (adolescente protetta da Capitan Marvel) e Moon Knight (ex mercenario e agente della CIA con personalità multiple e i poteri di un dio egizio) che faranno entrare nell’universo Marvel nuovi eroi. 

Star Wars e Disney Plus

Non potevano mancare i contenuti relativi a Star Wars, sia i film della saga che le novità originali d’esclusiva Disney. Ciò che i fan aspettano è la serie tv The Mandalorian. La serie sarà composta da otto episodi ed è già in produzione la seconda stagione. Si tratta della costosissima produzione con Pedro Pascal, incentrata su un pistolero cacciatore di taglie cinque anni dopo il film “Il ritorno dello Jedi”. La casa produttrice ha dichiarato che ogni episodio ha avuto un costo altissimo, circa 15 milioni di dollari, cifre non raggiunte nemmeno dal colosso Il trono di Spade all’ultima stagione. 

È stata confermata ma non ancora prodotta Obi Wan Kenobi annunciata da Ewan McGregor, e la serie tv incentrata sul personaggio Cassian visto nel film Rouge One – A Star Wars Story. 

Fammi sapere cosa ne pensi

      Leave a reply

      Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.