WireGuard: guida completa del protocollo più discusso di sempre

wireguard

Vuoi davvero sapere cos’è il protocollo WireGuard, come funziona e quali sono i suoi vantaggi?
Allora benvenuto in questa nuova guida in cui troverai tutti i dettagli.

Prova SurfShark gratis
Blinda la tua connessione grazie a WireGuard di SurfShark

Scrocca 7 giorni gratis a SurfShark! E' l'unica VPN che copre 100 nazioni e offre multi-login simultanei illimitati!

Il mio articolo è stato aggiornato il: 17.6.2024

Cos’è WireGuard

Letteralmente “Guardiano del cavo”, WireGuard è un programma “open source”, ma anche un vero e proprio protocollo di comunicazione.

Molto semplicemente, possiamo considerarlo come delle regole formalmente descritte e che hanno lo scopo di definire le modalità di comunicazione tra due o più entità.

Nello specifico, WireGuard sfrutta la crittografia ellittica Curve25519 per lo scambio chiavi: Invece, utilizza ChaCha20 e Poly1305 per l’autenticazione e BLAKE2s per l’hashing.

Funziona al livello di rete sia per IPv4 che per IPv6 che può “incapsulare”.

Detto ciò, la tecnologia WireGuard è del tutto gratuita, visto che il suo codice sorgente è stato pubblicato con licenza GPLv2.

Infine, essendo stati impiegati i linguaggi “C” e “Go”, tale protocollo risulta compatibile con i seguenti sistemi operativi: Windows, macOS, BSD, iOS e Android.

Breve storia di WireGuard e del suo sviluppo

La prima release è stata sviluppata dall’informatico Jason A. Donenfeld ed è stata rilasciata nel 2015.

Insomma, stiamo parlando di una tecnologia relativamente recente, sebbene in questi ultimi anni non siano mancate le implementazioni.

Comunque sia, già dalla sua prima uscita, WireGuard ha – da subito – attratto l’interesse di diverse compagnie VPN che ne hanno intuito il grande potenziale.

Non a caso, le prime aziende ad inglobare questo protocollo nei loro prodotti sono state Mullvad e AzireVPN.

Pensa che, a partire dal 2020, WireGuard è stato il primo protocollo a venir integrato direttamente nel kernel Linux.

Infatti, tale sistema operativo opera come “standard” su miliardi di device collegati in tutto il mondo. Di conseguenza, WireGuard può essere impiegato praticamente ovunque.

wireguard-protocollo

Tutti i vantaggi del protocollo WireGuard

  1. Velocità
  2. Sicurezza
  3. Compatibilità

Quelli che ho appena elencato sono proprio i vantaggi che stanno portando WireGuard ad essere uno dei protocolli crittografici più diffusi in assoluto.

Chiunque smanetti già con le VPN, sa benissimo che, oggigiorno, ci sono a disposizione diversi protocolli crittografici. Questo perché ognuno ha le sue peculiarità, così come i rispettivi “pro” e “contro”.

Nel caso volessi conoscere meglio i punti di forza di WireGuard, andiamo subito ai prossimi sotto-paragrafi.

1. Velocità

La prima caratteristica di WireGuard che salta subito all’occhio è proprio la sua velocità. Questo perché tale protocollo richiede un uso minimo della CPU, se paragonato ad altri sistemi.

Un altro fattore che contribuisce alla sua velocità è, sicuramente, il suo codice sorgente, piuttosto “snello”.

Giusto per farti comprendere meglio l’efficienza di WireGuard, pensa che quest’ultimo supporta connessione fino a 10 Gbps.

In termini pratici, con WireGuard riesci a vedere persino gli streaming in HD e UHD senza interruzioni o scatti dovuti al buffering.

Insomma, per riassumere sinteticamente questo punto, potremmo dire che il protocollo in questione è quello che richiede la potenza di calcolo minore.

2. Sicurezza

Un altro dei punti di forza di WireGuard è, ovviamente, la sicurezza, sebbene ci sia ancora qualche dibattito in merito.

Infatti, come già specificato in precedenza, questo è il più “giovane” di tutti i protocolli disponibili. Di conseguenza, secondo alcuni mancherebbe un’adeguata “letteratura scientifico-informatica” volta a sancire la sua affidabilità oltre ogni ragionevole dubbio.

Ad ogni modo, una peculiarità di WireGuard molto interessante è la così detta “Forward secrecy”.

In parole povere, quest’ultima fa si che se anche una chiave crittografica dovesse venir compromessa, il malintenzionato non riuscirebbe comunque ad entrare in possesso delle chiavi di sessione.

Ecco perché, nonostante la sua “giovane età”, tale protocollo sta continuando ad attrarre investimenti da parte delle più grande compagnie VPN.

3. Compatibilità

Infine, l’altro vantaggio che rende WireGuard così apprezzato è la sua estrema versatilità e compatibilità.

Ciò, naturalmente, grazie anche al suo essere “open source” e, quindi, abbastanza facile da adattare in base agli usi che se ne devono fare.

Proprio per questo, WireGuard è uno dei protocolli più utilizzato in assoluto sui dispositivi mobili, quelli più “difficili” da gestire.

Infatti, date le loro ridotte dimensioni e risorse, è essenziale saperle sfruttare al meglio. Pensa che alcuni protocolli non girano nemmeno su smartphone e tablet.

In altri termini, con WireGuard puoi andare sul sicuro perché non ti costringerà mai a scegliere tra prestazioni e sicurezza.

Infatti, è in grado di assicurare entrambi i fattori, senza pregiudicarli.

wireguard-vpn

Usi pratici del protocollo WireGuard

  1. VPN

Tra gli usi pratici del protocollo WireGuard c’è proprio l’implementazione dei servizi VPN. Non hai la più pallida idea di cosa siano?

Molto brevemente, “VPN” è l’acronimo di “Virtual Private Network”. Sono dei software il cui scopo primario è quello di proteggere la nostra privacy online.

Ciò grazie al cambio di indirizzo IP, dato che quello fornitoci dal provider può rivelare la nostra posizione geografica, l’intestatario della connessione e persino le attività compiute online.

Purtroppo, però, per stare davvero al sicuro il solo cambio dell’indirizzo IP non basta.

In nostro aiuto, quindi, giunge proprio la crittografia che, in sostanza, altro non fa che “blindare” la connessione, rendendola impenetrabile da attacchi di terze parti.

Detto ciò, non tutte le VPN offrono WireGuard. Quindi, se vuoi conoscere quelle che lo supportano, andiamo subito al prossimo paragrafo.

Top VPN che supportano WireGuard

  1. Surfshark
  2. CyberGhost
  3. NordVPN (NordLynx)

Eccoci, quindi, anche con le VPN che offrono WireGuard come protocollo crittografico. Nel caso non le avessi mai sentite nominare, sappi che sono le migliori che puoi trovare sul mercato.

Infatti, oltre ad essere estremamente sicure, sono anche molto performanti e, di conseguenza, ideali per essere usate nel quotidiano, anche dagli utenti alle prime armi.

Insomma, sono davvero pochi gli utenti che le usano solo per tutelare la privacy online, se paragonati a tutti quelli che sfruttano le VPN per vedere gli streaming, piuttosto che accaparrarsi gli sconti geo-localizzati e via dicendo.

Sai, uno dei punti centrali riguardanti tali software è che una VPN non deve essere solo sicura, ma anche veloce e scattante. Pena, l’inutilizzabilità del dispositivo per eccessiva lentezza.

1. Surfshark

Il primo software che supporta WireGuard e di cui ti voglio parlare è proprio SurfShark, la “rivelazione” di questi ultimi anni.

Sebbene sia nata solo nel 2018, in pochissimo tempo ha saputo farsi strada tra i vari competitor, diventando, a tutti gli effetti, una delle VPN più diffuse e apprezzate.

Detto ciò, oltre all’adozione del protocollo WireGuard, un’altra interessante particolarità di SurfShark è che i suoi server coprono ben 100 paesi del mondo. Un vero e proprio record, credimi.

Non solo, è anche l’unica compagnia ad offrire multi-login simultanei illimitati. Neanche a dirlo, puoi sfruttarli per dividere la spesa con chi vuoi e, quindi, ottenere SurfShark totalmente gratis.

2. CyberGhost

Al secondo posto delle migliori VPN che impiegano il protocollo WireGuard c’è CyberGhost, un altro software molto apprezzato in special modo dagli appassionati di gaming.

Ecco il perché della scelta del protocollo in questione.

È uno dei pochi – forse l’unico – in grado di assicurare un buon livello di sicurezza, senza pregiudicare le prestazioni del dispositivo.

Per quanto riguarda le altre particolarità di CyberGhost, abbiamo i suoi server ubicati in 90 paesi del mondo, una soglia piuttosto inviabile da altri competitor.

Ritorniamo al gaming, però.

Devi sapere, infatti, che CyberGhost ti semplifica la vita mettendoti a disposizione dei server ottimizzati proprio per svolgere tale attività.

Nonostante ciò, con questa VPN puoi fare anche molto altro, a cominciare dallo sblocco delle piattaforme streaming.

2. NordVPN (NordLynx)

Infine, abbiamo NordVPN e il suo protocollo NordLynx, ovvero un WireGuard ottimizzato ed elaborato. Insomma, un po’ come fa l’AMG con le normali vetture di serie Mercedes.

Infatti, il team di NordVPN ha preferito aggiungere alcune implementazioni, prima di offrirlo ai suoi clienti.

Ad ogni modo, presenta tutti gli stessi vantaggi e destinazioni d’uso del classico WireGuard, giusto per capirci.

Detto questo, anche NordVPN è un ottimo software, visto che non ha nulla da invidiare alle prime 2 (non ho realizzato la classifica secondo il criterio “migliore” e “peggiore”).

Non solo, acquistando il pacchetto VPN riceverai – compresi nel prezzo – anche diversi altri tool quali NordPass e NordLocker, i cui scopi sono rispettivamente proteggere le tue password, così come tutti i tuoi file più preziosi.

Insomma, il pacchetto NordVPN è, senza dubbio, quello più completo e conveniente in assoluto.

Come attivare WireGuard sulla VPN

  1. Prima di tutto, scarica subito SurfShark, dato che ci sono ben 7 giorni di prova totalmente gratuita
  2. Procedi con la creazione del tuo account, segnandoti user ID e password.
  3. Ora, installa il client sul tuo dispositivo, qualunque esso sia.
  4. Chiudi eventuali browser e/o atre app non necessarie aperte in background.
  5. Lancia SurfShark con 1 click (o 1 tap) ed effettua il login inserendo le tue credenziali.
  6. Attivala selezionando la posizione server che preferisci. In pratica, fai click o tap sopra alla nazione di cui vorresti ottenere l’indirizzo IP.
  7. Adesso, rimanendo nella sua interfaccia, clicca o tocca “Settings” (o “Impostazioni”), ovvero il simbolo della rotellina da ingranaggio.
  8. Una volta dentro, vai su “VPN”, poi su “Manual setup” e, infine, imposta “WireGuard”.

Ecco come attivare WireGuard sulla VPN senza sforzo. In pratica, l’interfaccia grafica di SurfShark ti consente di farlo con 1 click o 1 tap, senza necessità di smanettare.

Riassunto conclusivo

  1. WireGuard è un programma “open source”, ma anche un vero e proprio protocollo di comunicazione.
  2. È stato sviluppato nel 2015 dall’informatico Jason A. Donenfeld.
  3. Tra i suoi punti di forza troviamo velocità, sicurezza e compatibilità verso quasi tutti i dispositivi e sistemi operativi.
  4. Non a caso, sta venendo impiegato sempre più spesso nell’implementazione dei servizi VPN.
  5. Infatti, per garantire una reale tutela della privacy online, non basta cambiare indirizzo IP, ma occorre anche crittografare la linea in modo da renderla “impenetrabile”.
  6. Non tutte le VPN software supportano WireGuard e, quelle più famose, sono SurfShark, CyberGhost e NordVPN.
  7. Grazie alla loro interfaccia grafica è davvero facile attivare tale protocollo .Basta entrare nelle impostazioni e selezionare “WireGuard” con 1 click (o 1 tap).
  8. A proposito, ti invito a provare di persona SurfShark, dato che offre pure 7 giorni di prova completamente gratis.

Surfsharkcoupon
Surfsharkcoupon
7 giorni di prova gratis + 30 giorni di garanzia +2 anni al prezzo di 1!! Solo per i lettori di LeMiglioriVPN.com

Sezione F.A.Q.

Immaginavo avessi ancora qualche dubbio o perplessità. Ecco perché ho preparato anche questa breve sezione F.A.Q. raggruppando le domande più cliccate in rete, ma anche quelle che i miei Lettori mi inviano più spesso.

Trovo che sia il modo migliore per chiarire gli aspetti più salienti senza impazzire dietro a noiosi dettagli tecnici.

Insomma, se sei un programmatore o un informatico non hai certo bisogno di questa guida, dal momento che saprai già tutto e di più a riguardo.

Comunque sia, nel caso volessi chiedermi qualcosa di particolare, lasciami pure un commento qui sotto..

wireguard-come-funziona

1. Quale protocollo usare per VPN?

Per le VPN puoi usare diversi protocolli. Ad esempio, quelli che vanno per la maggiore sono OpenVPN e IPSec/IKEv2.

Nonostante ciò, non sono gli unici. Infatti, dal 2015, “si sta facendo” largo anche WireGuard, un protocollo di nuova generazione che ha saputo attrarre diversi investimenti da parte di grosse compagnie VPN.

Ad ogni modo, la scelta di uno o dell’altro dovrebbe dipendere da ciò che vogliamo fare e da quale dispositivo abbiamo in uso.

2. Quanto è sicuro WireGuard?

Sebbene alcuni abbiano ancora qualche dubbio a riguardo, in realtà WireGuard è piuttosto sicuro.

Pensa che, dall’anno del suo lancio avvenuto nel 2015 ad oggi, l’attacco hacker “migliore” è riuscito a violare solo solo 8 dei 20 cicli (round) di crittografia ChaCha20.

Insomma, attualmente Wireguard è uno dei protocolli più sicuri in assoluto.

3. A cosa serve WireGuard?

WireGuard è un protocollo che serve a crittografare un determinato traffico dati. Nello specifico, la sua funzione è quella di aumentare l’efficienza delle VPN.

Infatti, il solo cambio di indirizzo IP non è sufficiente a tutelare davvero la nostra privacy online. Grazie al protocollo WireGuard, invece, ecco che possiamo considerare la nostra connessione “blindata” come il caveau di una banca.

4. Quali VPN supportano WireGuard?

Data la versatilità del protocollo WireGuard, sono diverse le VPN che lo supportano. Tuttavia, le migliori e degne di menzione sono SurfShark, CyberGhost e NordVPN.

A proposito di quest’ultima, il protocollo offerto è denominato “NordLynx”. Molto semplicemente, si tratta di un WireGuard appositamente modificato e implementato dal gruppo Nord Security.

Fammi sapere cosa ne pensi

      Leave a reply

      Diffida Dalle Imitazioni

      Ho solo un sito ed è LeMiglioriVPN.com, vari siti copiano i miei articoli e guide Originali, diffida dalle imitazioni e condividi i miei articoli.

      Per iniziare

      In evidenza

      LeMiglioriVPN.com
      Logo