Tutto quelli che devi sapere sui Protocolli VPN

protocolli-vpn

Vorresti saperne qualcosa in più in merito a sti cacchi di protocolli VPN di cui si sente spesso parlare?

Se così fosse, in questa guida troverai tutte le informazioni che stavi cercando.

PROVA GRATIS
ExpressVPN, l'unica ad offrire i protocolli più sicuri

Sfrutta la prova gratuita di Express e imposta i migliori protocolli VPN con 1 click. E' l'unica che ti permettere di richiedere il rimborso entro i primi 30 giorni d’uso SENZA fare domande o richiedere motivazioni.

Il mio articolo è stato aggiornato il: 17.6.2024

Cosa sono i protocolli VPN

Senza scendere in particolari troppo tecnici, i protocolli VPN sono una sorta di insieme di “regole”, che gestiscono – tramite crittografia – le comunicazioni tra 2 dispositivi.

In parole povere, sono quegli algoritmi che vanno a “blindare” la connessione, rendendola impenetrabile da attacchi di terze parti.

Di per sé, il principio che sta alla base dei protocolli VPN non è certo una novità. Tuttavia, nel corso degli anni ne sono stati rilasciati di diversi.

Nei prossimi paragrafi, quindi, troverai 2 liste: i protocolli più recenti e sicuri, ma anche quelli più datati e vulnerabili.

Così avrai tutte le informazioni utili per scegliere la VPN giusta e attivare quello più in linea con le tue esigenze.

Protocolli VPN più recenti e sicuri

  1. IKEv2/IPSec
  2. OpenVPN
  3. WireGuard
  4. SoftEther

Quelli che ho appena elencato sono i protocolli VPN più recenti e, senz’altro, anche i più sicuri. Insomma, sono quelli presenti “di serie” sulle migliori VPN.

Detto ciò, vorresti sapere in cosa consistono e quali sono tutti i loro vantaggi? Te lo spiego con parole semplici nei prossimi sotto-paragrafi.

1. IKEv2/IPSec

Uno dei più utilizzati è IKEv2/IPSec, ovvero l’acronimo di “Internet Key Exchange Version 2” e “IP Security”.

In pratica, si tratta di un combinato tra questi 2 protocolli che, fino a poco tempo fa, operavano in modo autonomo.

Gli sviluppatori hanno deciso di “fonderli” proprio per far in modo che uno sopperisca alle criticità dell’altro e viceversa.

Le caratteristiche di questo protocollo VPN sono la velocità, così come l’elevata compatibilità con i device mobili.

2. OpenVPN

Proseguiamo la lista dei protocolli VPN con OpenVPN, una vera e propria “garanzia” per noi utenti più esigenti.

Infatti, oltre ad offrire buone prestazioni, è anche uno dei protocolli più sicuri in assoluto.

La prima release è stata sviluppata nel 2002 da James Yonan che ha rilasciato il rispettivo codice sorgente con licenza GPL.

Essendo un protocollo “open source”, gli utenti possono verificare la crittografia dei dati grazie alla “block chain”.

3. WireGuard

il terzo dei protocolli VPN più sicuri e recenti è “WireGuard. Anche questo è molto utilizzato, visto che il suo codice sorgente breve permette agli sviluppatori di correggere eventuali bug in modo efficace e tempestivo.

Inoltre, richiede una potenza di calcolo rispettivamente bassa, di conseguenza si rivela perfetto per i dispositivi mobili.

4. SoftEther

Infine, chiudiamo la lista dei protocolli VPN più utilizzati con SoftEther, sempre “open source”.

Si tratta di un protocollo “nuovo di zecca”, pertanto la comunità internazionale di esperti lo considera ancora in fase di test.

Tuttavia, promette molto bene, dal momento che sarebbe in grado di offrire ottime prestazioni in termini di bassa potenza di calcolo richiesta.

vpn-protocolli

Protocolli VPN obsoleti e non consigliati

  1. PPTP
  2. SSTP
  3. L2TP/IPsec

Dopo aver preso in esame i protocolli VPN più recenti e performanti, ora passiamo a quelli meno sicuri, visto che sono i primi ad essere stati sviluppati.

Insomma, potevano essere efficaci un tempo, ma oggigiorno non più. Di conseguenza, consiglio vivamente di non utilizzarli, se non in casi di assoluta emergenza.

1. PPTP

Il protocollo PPTP è stato uno dei primi ad essere stato sviluppato. Infatti, supporta solo cifrari a 128 bit quando, attualmente, si viaggia sui 256.

Sebbene sia facile da installare e richieda una bassa potenza di calcolo, oramai è da considerarsi obsoleto e non più in grado di assicurare un’adeguata protezione.

2. SSTP

A differenza del precedente, il protocollo SSTP supporta la cifratura a 256 bit, pertanto è da considerarsi molto più sicuro.

Nonostante ciò, il suo codice sorgente non è stato ancora verificato, dal momento che è stato sviluppato da Microsoft.

Un’altra delle sue criticità è che risulta compatibile solo ed esclusivamente con questo sistema operativo.

3. L2TP/IPsec

Chiudiamo anche la lista dei protocolli VPN più obsoleti e meno sicuri con L2TP/IPsec. La prima release è uscita nel 1999 ed è, da sempre, consierata come una sorta di aggiornamento del L2F (Layer 2 Forwarding Protocol) e PPTP (Point-to-Point Tunneling Protocol).

Infatti, L2TP non offre una crittografia solida o un’autenticazione automatica. Quindi, viene “affiancato” da un altro protocollo, ovvero IPsec.

Come impostare i diversi protocolli VPN

  1. Prima di tutto scarica ExpressVPN, visto che è l’unica a cui puoi scroccare 30 giorni gratis sfruttando la garanzia “Soddisfatti o Rimborsati”. In pratica, ti fai dare i soldi indietro senza fornire valide motivazioni.
  2. Fatto ciò, trascriviti le credenziali, ovvero user ID e password.
  3. Procedi con la sua installazione sul tuo dispositivo, fisso o mobile che sia.
  4. Ora, chiudi eventuali browser aperti e/o app in background.
  5. Lancia ExpressVPN con un click o un tap ed esegui il login inserendo le tue credenziali.
  6. Attivala selezionando la posizione server che desideri per cambiare indirizzo IP.
  7. Adesso, entra nel menù di ExpressVPN cliccando le tre lineette orizzontali collocate in alto a sinistra sopra al bottone “Connected”.
  8. A questo punto si aprirà una tendina, quindi clicca “Options”.
  9. Infine, entra nella scheda “Protocol” e scegli quello che desideri. In alternativa, puoi selezionare la funzione “Automatic (recommended)”.

Ecco come impostare i diversi protocolli VPN: questione di pochissimi click.

Riepilogo conclusivo sui protocolli VPN

  1. I protocolli VPN sono un insieme di regole matematiche che disciplinano la comunicazione tra 2 dispositivi tramite standard crittografici.
  2. Ne esistono di diversi, alcuni più recenti e sicuri, altri obsoleti e decisamente poco efficaci.
  3. I protocolli VPN attualmente più utilizzati sono: IKEv2/IPSec, OpenVPN, WireGuard e SoftEther.
  4. Quelli da evitare, invece, sono: PPTP, SSTP e L2TP/IPsec.
  5. Per impostare i diversi protocolli VPN senza sapere un tubo di informatica basta scaricare ExpressVPN perché, oltre ai 30 giorni a scrocco, è piuttosto facile da usare.
  6. Una volta installata, infatti, basta entrare nella scheda “Protocol” presente nel menù generale e scegliere quello desiderato con un click.
  7. È pure presente la funzione “Automatic”: grazie ad essa farà tutto ExpressVPN e tu non dovrai più preoccuparti nemmeno di questo aspetto.
  8. Per concludere, ricorda che su ExpressVPN è ancora attiva la promozione riservata ai miei Lettori: clicca il banner e beccati pure altri 3 mesi in omaggio!

PROVA GRATIS
Scegli ExpressVPN e i suoi protocolli di sicurezza

Prova ExpressVPN a gratis sfruttando la loro prova gratuita. Scaricala ora.

Protocolli VPN: sezione F.A.Q.

Nel caso avessi ancora dubbi o perplessità leggiti anche questa sezione F.A.Q. che ho realizzato raccogliendo le domande più cliccate in rete proprio dagli utenti italiani.

È vero, sul piano tecnico i protocolli sono roba da “cervelloni”, visto che si tratta di complessi algoritmi.

Nonostante ciò, a noi utenti è sufficiente avere ben chiari i punti più salienti, lasciando i dettagli e le “virgole” agli esperti.

Non trovi la domanda che volevi fari? Nessun problema, lasciamela pure nei commenti, oppure vai sulla home de “LeMiglioriVPN.com ed effettua una nuova ricerca.

protocollo-vpn

1. Quale protocollo VPN scegliere?

Per scegliere il giusto protocollo VPN devi prima avere ben chiare quali siano le tue esigenze. Ad esempio, se usi frequentemente i dispositivi mobili, i protocolli VPN che ti consiglio sono IKEv2/IPSec e WireGuard.

2. Qual è il protocollo utilizzato normalmente nella sicurezza delle VPN?

Oggigiorno, il protocollo utilizzato normalmente nella sicurezza delle VPN è WireGuard, al pari di OpenVPN.

Nonostante ciò, anche IKEv2/IPSec è un’ottima alternativa ai primi 2, visto che è particolarmente indicato per i device mobili.

3. Cosa si intende per VPN?

L’acronimo “VPN” sta per “Virtual Private Network”, ovvero “Reti Virtuali Private”.

In poche parole, sono dei fitti “intrecci” di server sparsi per il mondo, ognuno con un suo indirizzo IP che noi utenti possiamo “prendere in prestito”.

Inoltre, le migliori VPN si avvalgono di solidi standard crittografici per “blindare” il traffico dati e sottoscrivono la politica “no log” senza riserve.

In pratica, è una clausola che impedisce alle compagnie di registrare e tracciare proprio il traffico dati afferito agli utenti.

4. Qual è la VPN più sicura?

Quella più sicura è ExpressVPN, naturalmente. Tuttavia, il mercato offre anche altri ottimi prodotti e te li elenco nel box qui sotto.

1

4.8/5

9.7

2

4.6/5

9.6

3

4.5/5

9.5

4

4.4/5

9.4

2. NordVPN

9.6
4.6/5

Funzionalità speciali come navigazione TOR + VPN

3. PureVPN

9.5
4.5/5

Perfetta per i Torrent e lo streaming come Netflix USA. VPN quasi GRATIS!

4. CyberGhost

9.4
4.4/5

La più semplice, ottima per i Torrent e senza log. Coupon di prova 45 giorni

5. SurfShark

La più economica, ma con tante funzionalità​

9.3
4.3/5

5. Perché usare una VPN?

E’ essenziale usare una VPN perché è l’unico mezzo che ci permette di proteggere la nostra privacy online.

Questo, ovviamente, grazie agli indirizzi IP fittizi dei loro server che ci permettono di effettuare una reale navigazione in incognito.

Fammi sapere cosa ne pensi

      Leave a reply

      Diffida Dalle Imitazioni

      Ho solo un sito ed è LeMiglioriVPN.com, vari siti copiano i miei articoli e guide Originali, diffida dalle imitazioni e condividi i miei articoli.

      Per iniziare

      In evidenza

      LeMiglioriVPN.com
      Logo