VPN Linux | Come configurare la VPN per Linux, suggerimenti e tutorial

Oggi parliamo di come configurare manualmente una VPN per Linux, con esempi su Ubuntu e quale VPN ci offre un client, ottimo per utenti base.

In generale gli utenti linux sono sempre quelli più esperti, che di solito non hanno bisogno dei miei suggerimenti o guide. E' anche vero che ultimamente molti nuovi utenti stanno decidendo di installare linux sui propri computer, specialmente Ubuntu, che è facile da usare ed ha una bella interfaccia, un sistema operativo che riesce a girare bene anche sui computer più datati facendo in modo che siano meno “obsoleti”.

Linux e VPN: il sistema che consiglio

Se vuoi installare Linux (magari come sistema operativo secondario in più a Windows) ti consiglio di utilizzare Ubuntu. Lo scarichi gratuitamente sul sito ufficiale: https://www.ubuntu.com/download/desktop

Questi utenti vorrebbero utilizzare una VPN per Linux e non sanno come fare a configurare il tutto manualmente, ecco che questa guida cerca come sempre di spiegare le cose in modo molto semplice allo scopo di rendere più “protetti” anche questi utenti meno esperti.

Come configurare manualmente una VPN su linux

Vediamo senza fronzoli come configurare manualmente una VPN per Linux.

In questo esempio andremo a creare una VPN su Ubuntu 13.10 (Saucy Salamander).

Altre distribuzioni o versioni più vecchie di Ubuntu potrebbero aver bisogno di una configurazione diversa da quella descritta di seguito.

Utilizzeremo il protocollo openVPN e utilizzeremo IPVanish come servizio VPN.

VPN per Linux

Nel test utilizzeremo IPVanish, che ci permette di configurare manualmente tutti i suoi server, offrendoci i dati per collegarci agli stessi.

IPVanish è una VPN senza logs, che permette di criptare il proprio traffico dati e funziona anche con il torrent.

Trovare la recensione di IPVanish e video tutorial sul sito.

IPVanish | Recensione e costi

IPVanish da oltre 15 anni è presente sul mercato con soluzioni VPN. Le sue caratteristiche sono sicurezza estrema (NAT ...

User rating:
9.3

IPVanish offre un coupon di 46% di sconto ai nostri lettori (cliccando qui accedi all'offerta) ed ha una policy 7 giorni soddisfatti o rimborsati che rende il test della loro VPN risk free.

Configurazione manuale del protocollo OpenVPN su Linux

Qualsiasi VPN deciderete di utilizzare, dovrà fornirvi informazioni quali il nome del server o l'ip, vari parametri di configurazione e ovviamente dovrete avere la username e password per accedere ai loro server (sia una essa la VPN dell'ufficio o una VPN commerciale).

Tali file, per le connessioni OpenVPN, tipicamente hanno una estensione .ovpn.

Nel caso di IPVanish ad esempio, ci forniscono una folder online dove trovare tutti i file di configurazione ai loro server (https://www.ipvanish.com/software/configs/)

  1. Apriamo questo indirizzo nel browser: https://www.ipvanish.com/software/configs/
  2. Scegliamo il server a cui vogliamo connetterci.
  3. Ogni file avrà estensione .ovpn e nome relativo alla località.
    Per esempio, ipvanish-CA-Toronto-tor-a01.ovpn è il primo server di Toronto, mentre ipvanish-CH-Zurich-zur-c11.ovpn è l’undicesimo server di Zurigo.
  4. Clicchiamo su quello che desideriamo e lo salviamo sul desktop. In questo esempio noi utilizzeremo il server di New York.
    configurare vpn manualmente linux
  5. Successivamente apriamo l’applicazione Terminale e diamo questo comando:
    sudo apt-get install network-manager-openvpn openvpn

    configurare vpn manualmente linux

    
    
  6. Vi verrà chiesta la vostra password.
  7. Successivamente verranno risolte tutte le dipendenze e installati tutti i pacchetti relativi ad openvpn.
  8. Premete invio ogni volta che l’applicazione ve lo richiede. 
    
  9. Apriamo il menù network, clicchiamo su “Connessioni VPN” e dopo su “Configura VPN…”configurare vpn manualmente linux
  10. Clicchiamo su “Aggiungi”configurare vpn manualmente linux
  11. Nella finestra che appare, selezioniamo “Importa una configurazione VPN precedentemente salvata”.

    configurare vpn manualmente linux

  12. Clicchiamo su “Crea”

    configurare vpn manualmente linux

  13. Nella finestra che appare, andiamo a selezionare il file .ovpn che abbiamo precedentemente salvato sul pc.

    configurare vpn manualmente linux

  14. Nella schermata successiva, impostiamo la connessione dando un nome alla nostra connessione VPN, immettendo l’indirizzo del server nella voce “Gateway” e il nostro username e la nostra password nei rispettivi campi. Potete copiare le impostazioni di seguito, ovviamente cambiando username e password.

    Quando abbiamo finito clicchiamo su “Salva”.
    configurare vpn manualmente linux

  15. Non ci resta che connetterci alla nostra VPN.

    Dal menù network (lo stesso che abbiamo aperto all’inizio) andiamo su “Connessioni VPN” e successivamente clicchiamo sulla connessione che abbiamo appena creato.


    In questo step il sistema potrebbe chiederci di nuovo la password di IPVanish. In tal caso, immettiamola.

    configurare vpn manualmente linux

  16. Se tutto funziona correttamente, vedremo una notifica di questo genere:

    configurare vpn manualmente linux
    Possiamo anche testare la nostra connessione utilizzando la nostra funzione “Check IP Pubblico”.

Linux VPN | Sei un utente avanzato?

Nel successivo test utiliziamo ExpressVPN (periodo di prova di 30 giorni soddisfatti o rimborsati e 35% di sconto ai lettori del nostro sito tramite questo link)

Spesso, configurare una vpn su linux manualmente viene reputato difficile, perché dobbiamo fare uso del terminale.

Tuttavia in questa guida l’uso del terminale sarà limitato al minimo al fine di rendere tutto più semplice.

ExpressVPN sarà configurato usando il protocollo openVPN.

Potrai installare ExpressVPN su qualsiasi distribuzione linux con questa procedura.

ExpressVPN | Recensione e costi

ExpressVPN è una tra le più longeve e famose VPN sul mercato. I suoi punti di forza sono la velocità , la copertura ...

User rating:
9.5

Come installare e configurare ExpressVPN su Linux da terminale

  1. Il primo passo è loggarci sul sito di ExpressVPN inserendo il nostro indirizzo email e la nostra password.


  2. Una volta loggati dentro il nostro account, la prima pagina che vedremo sarà quella delle sottoscrizioni attive.

    Clicchiamo sul grande pulsante verde “Set Up ExpressVPN ” sotto la voce “ Download and Install ”.

  3. A questo punto si aprirà una nuova finestra nel nostro browser.

    Clicchiamo su Manual Config sul lato sinistro dello schermo.

  4. Sempre nella stessa finestra, sul lato destro del nostro browser avremo delle informazioni utili come il nostro username e la nostra password.

    Copiate queste informazioni in un file di testo perché ci serviranno in seguito.

    configurazione manuale openvpn expressvpn

  5. Sempre nella stessa pagina, al punto 2 saranno disponibili i diversi file di configurazione per le diverse località a cui vogliamo connetterci (ad esempio Los Angeles 3, USA, per sbloccare il catalogo completo Netflix).

    Clicchiamo su quella che ci interessa e salviamo sul nostro desktop il file .ovpn che viene generato.

  6. Chiudiamo il nostro browser e avviamo una sessione dell'applicazione Terminale.

    sudo apt-get install -y openvpn


    Clicchiamo invio.

    Questo comando installerà openVPN sul nostro computer.

  7. Una volta che il processo sarà finito, configuriamo la nostra connessione openVPN andando ad incollare questo comando nella finestra del terminale:

    sudo openvpn –config


    Prima di cliccare invio, trasciniamo il file di configurazione .ovpn precedentemente salvato, dal desktop nella finestra del terminale.

    Il percorso del file sarà così automaticamente caricato.

    linux configurare openvpn expressvpn

  8. Aggiungi nuovaNon ci resta che lanciare il servizio openVPN premendo invio.

    Nel terminale vedrete tante scritte: non ci fate caso.

    Se la connessione è andata a buon fine dovreste vedere una riga con scritto “Initialization Sequence Completed” o “Sequenza di inizializzazione completata”.

    configurare expressvpn manualmente linux

  9. Adesso potete navigare tranquillamene in rete e starete usando il servizio ExpressVPN.

    Una raccomandazione: non chiudete mai la finestra dell’applicazione terminale.

    Al massimo, riducetela ad icona. Se chiuderete la finestra del terminale, non sarete più connessi al servizio di ExpressVPN.

Le Migliori VPN per Linux

Ci sono svariate VPN che puoi utilizzare per Linux, sicuramente tutte quelle che ti forniscono i file di configurazione per poter appunto effettuare una configurazione manuale. Le seguenti offrono un ottimo supporto agli utenti qual ora avessero richieste più specifiche:

IPVanish | Recensione e costi

IPVanish da oltre 15 anni è presente sul mercato con soluzioni VPN. Le sue caratteristiche sono sicurezza estrema (NAT ...

User rating:
9.3
2 ExpressVPN | Recensione e costi

ExpressVPN | Recensione e costi

ExpressVPN è una tra le più longeve e famose VPN sul mercato. I suoi punti di forza sono la velocità , la copertura ...

User rating:
9.5
3 PureVPN | Recensione e costi

PureVPN | Recensione e costi

Pure VPN  è un ottima via d'uscita per tutte quelle persone che vivono all'estero e sono disperate perchè hanno una ...

User rating:
9.1
4 NordVPN | Recensione e costi

NordVPN | Recensione e costi

Recensione di NordVPN, VPN senza logs, perfetta per torrent, con server in Italia e server speciali per TOR. ...

User rating:
9.4
5 VPNArea | Recensione e costi

VPNArea | Recensione e costi

Recensione approfondita di VPNArea, una VPN senza logs con server in Italia che promette alte performance e un alto ...

User rating:
9.1
6 AirVPN | Recensione e Costi

AirVPN | Recensione e Costi

Recensione e approfondimento su AirVPN, un'ottima VPN torrent friendly , con server veloci e un ottimo client windows e ...

User rating:
9

La privacy è un diritto , rimani informato per fare in modo che continui ad esserlo

Qui trovi i miei articoli di riferimento sulla navigazione anonima, rimani informato , non farti fregare :

Condividi i miei articoli

Se credi che questa o altre quide ti siano state utili, ti chiedo solo di condividere i miei articoli e aiutarmi a divulgare questo genere di informazioni su privacy e sicurezza, supportando il lavoro che faccio su questo sito.

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.