Differenza tra proxy e VPN: ecco tutto ciò che devi sapere

differenza-proxy-vpn

Ti stai interessando di sicurezza informatica e vorresti approfondire le differenza tra server Proxy e VPN per sapere cosa cambia in realtà?

Allora sei capitato nella guida giusta perché nei prossimi paragrafi affronterò l’argomento in modo chiaro e semplice.

PROVA GRATIS
ExpressVPN batte tutti i Proxy del mondo

Sfrutta la prova gratuita di Express e naviga in modo sicuro ovunque tu sia. E' l'unica che ti permettere di richiedere il rimborso entro i primi 30 giorni d’uso SENZA fare domande o richiedere motivazioni.

Il mio articolo è stato aggiornato il: 22.5.2024

Tutte le differenze tra server Proxy e VPN

  1. Crittografia della connessione.
  2. Politica “no log” sul trattamento dei dati.

Ecco dove sta la differenza tra server Proxy e VPN. Insomma, questioni decisamente tecniche, dal momento che, per certi versi, il loro sistema di funzionamento è piuttosto simile.

Entrambi ti mettono a disposizione un indirizzo IP nuovo di zecca (ma anche più di 1) con cui fare diverse cose, tipo aggirare le geo-restrizioni delle piattaforme di streaming, piuttosto che migliorare le prestazioni della propria connessione o tutelare la propria privacy online.

Se hai iniziato ad affrontare questi argomenti solo di recente, ti invito ad acquisire le nozioni base dando un’occhiata veloce alle mie guide dedicate rispettivamente, per l’appunto, ai Proxy e alle VPN.

In questo modo, gli argomenti che tratteremo da qui in poi saranno molto più “digeribili”.

1. Crittografia della connessione

Senza scendere in dettagli troppo tecnici, la prima differenza tra Proxy e VPN sta proprio nella crittografia della connessione. In pratica, considerala come una sorta di “scudo” in grado di proteggerti da qualsiasi attacco.

Sebbene ciò richieda buona abilità, sappi che utilizzando un proxy potresti essere intercettato da terze parti, nonostante il nuovo indirizzo IP.

Al contrario, ciò non accade con la VPN perché, grazie alla crittografia, diventi invisibile a tutti gli effetti.

2. Politica “no log” sul trattamento dei dati

La seconda delle differenze tra Proxy server e VPN è di natura decisamente giuridica. Avevi mai sentito parlare della politica “no log”?

In poche parole, si tratta di una condizione contrattuale tale per cui la compagnia VPN erogatrice del servizio si impegna formalmente a non registrare i dati di navigazione dei propri utenti.

Questo permette di eliminare in automatico anche possibili fughe di dati sensibili.

Se questi non vengono associati a delle persone fisiche, ecco che rimangono solo dei numeri che quantificano esclusivamente il traffico totale su un determinato server.

Cosa spinge le compagnie VPN a rispettare effettivamente questa clausola?

Beh, se qualcuno dimostrasse eventuali attività di profilazione o diffusione illecita di dati, ecco che la compagnia chiuderebbe i battenti all’istante per via delle sanzioni civili e penali.

proxy-vpn-differenza

Differenza Proxy Vs VPN: parametri fondamentali di valutazione

Per comprendere ulteriormente meglio le differenze tra Proxy server e VPN ho deciso di prendere in considerazione i seguenti parametri:

1. Facilità d’utilizzo

Nonostante ci siano dei Proxy dotati di interfaccia grafica, l’altro modo per utilizzarli consiste nell’effettuare l’inserimento manuale dei valori, intervenendo sulle impostazioni di sistema.

Nel caso che quelli di un Proxy non vadano bene, ecco che saresti costretto ad inserirne di nuovi.

Al contrario, le VPN si attivano con 1 click perché sono dotate di interfaccia grafica che permette anche di cambiare posizione server con altrettanta facilità.

2. Affidabilità

Sempre in tema di differenza tra Proxy e VPN, anche l’affidabilità gioca un ruolo primario. Per quanto riguarda i primi, oltre a non sapere chi vi è dietro, potrebbero funzionare come no.

In altre parole, c’è sempre il rischio concreto di trovare il nostro proxy preferito fuori uso proprio quando servirebbe.

Le VPN, invece, sono il frutto del lavoro di uno staff che lavora incessantemente per garantire il loro funzionamento sempre al top.

Non dovrai sbatterti a cercare i server giusti perché quelli elencati nell’interfaccia sono tutti perfettamente operativi.

3. Protezione della privacy

Infine, veniamo alla questione privacy. È vero, a tanti non interessa e nessuno è obbligato a preoccuparsene.
Tuttavia, fossi in te presterei particolare attenzione a quello che sto per dirti.

È capitato, in passato, che alcuni Proxy fossero delle vere e proprie fregature.

In pratica, con la scusa di un nuovo indirizzo IP, non facevano altro che registrare rivendere a terzi i dati degli utenti che hanno transitato su determinati server.

Purtroppo, se qualcuno ti “ruba” l’IP, sappi che incorreresti comunque in tutta una serie di seccature che è sempre meglio risparmiarsi.

Per fortuna, con le VPN ciò non accade.

differenze-proxy-vpn

Tabella riassuntiva della differenza tra Proxy e VPN

FunzionalitàVPN
Proxy
Compatibilità con giochi o altre app  Si No
Compatibile con dispositivi mobili e tablet  Si No
Crittografia e sicurezza della connessione forte debole
Visione fluida di streaming in HD o UHD  Si No
Possibilità di cambiare nazione senza rallentamenti  Si No
Cambio regolare e continuo dell’indirizzo IP  Si No
Protezione contro malware  Si No
Compatibile con ogni browser  Si Si
Nascondere il tuo IP  Si Si

Nessuna differenza tra Proxy e VPN se li usi senza testa

Eh già, non importa quanto buono possa essere il software o il sistema che stai utilizzando. Molto spesso, gli utenti si “fregano” da soli compiendo i seguenti errori:

  1. Pubblicare troppe informazioni personali, tipo sui social;
  2. “Abboccare” come pesci lessi ai tentativi di phishing;
  3. Loggarsi sui social con i propri dati o dichiarare la posizione mentre si vuole navigare in anonimo;

Quelle che ho appena elencato sono i tipici comportamenti che pregiudicano la nostra privacy, pur utilizzando un ottimo prodotto, Proxy o VPN non fa differenza in questo caso.

Quindi, ancor prima di pensare al software da utilizzare, la cosa migliore da fare è, senza dubbio, quella di attivare il proprio cervello.

Differenza tra Proxy e VPN: sezione F.A.Q.

Se avessi ancora qualche dubbio o perplessità, allora non perderti questa brevissima sezione F.A.Q. in cui potrai leggere le risposte alle domande più cliccate in rete proprio in merito a questo controverso e spinoso argomento.

1. Qual è il problema principale del punto di vista dell’anonimato di proxy e VPN?

Il principale problema riguarda l’assenza di crittografia, ma anche nessuna politica specifica posta a tutela dei dati personali degli utenti.

Questo accade con i proxy, ma non con le Top 5 VPN del mercato.

1

4.8/5

9.7

2

4.6/5

9.6

3

4.5/5

9.5

4

4.4/5

9.4

2. NordVPN

9.6
4.6/5

Funzionalità speciali come navigazione TOR + VPN

3. PureVPN

9.5
4.5/5

Perfetta per i Torrent e lo streaming come Netflix USA. VPN quasi GRATIS!

4. CyberGhost

9.4
4.4/5

La più semplice, ottima per i Torrent e senza log. Coupon di prova 45 giorni

5. SurfShark

La più economica, ma con tante funzionalità​

9.3
4.3/5

Difatti, sfruttano tutte elevati standard crittografici – chiavi AES a 256 bit, tanto per intenderci – così come sottoscrivono senza riserve la politica “no log”.

2. Come testare il Proxy prima di navigare?

Puoi farlo in piena autonomia: vai sulla mia guida in cui spiego come trovare l’indirizzo IP e segnati quello che viene mostrato. Dopodiché, chiudi il browser, attiva il Proxy e torna sulla mia pagina.

Se riscontri un IP diverso significa che è tutto ok.

In alternativa, puoi anche utilizzare Proxy Checker, un tool gratuito di cui parlo nella mia guida dedicata proprio al come testare il Proxy prima di navigare, con tanto di tutorial step-by-step.

differenze-tra-proxy-server-e-vpn

3. Come testare la VPN prima di navigare?

Volendo puoi sempre controllare l’indirizzo IP prima e dopo l’attivazione, ma non serve. Infatti, lo stato viene indicato sull’interfaccia della VPN, così come ti viene mostrato anche il nuovo IP appena acquisito.

Riepilogo conclusivo sulla differenza tra Proxy e VPN

  1. Proxy e VPN condividono – in parte – lo stesso meccanismo d’azione. In pratica, si frappongono tra noi (o meglio, il nostro device) e il server di destinazione.
  2. Sebbene abbiano diversi usi possibili, solitamente vengono impiegati per sbloccare siti bloccati, nascondere l’indirizzo IP per motivi di riservatezza, ma anche per sfruttare linee meno “trafficate” (quindi più veloci).
  3. La differenza sostanziale tra Proxy e VPN sta nella sicurezza e nella privacy. Solo le seconde, infatti, impiegano standard crittografici per “blindare” la connessione e sottoscrivono la politica “no log” con cui si impegnano a non registrare i dati degli utenti, pena severissime sanzioni civili e penali.
  4. Quindi, l’unico modo per andare sul sicuro è quello di utilizzare un prodotto come ExpressVPN a cui, tra l’altro, puoi scroccare 30 giorni gratis.
  5. È l’unica compagnia che ti permette di chiedere il rimborso senza fornire alcuna motivazione!

PROVA GRATIS
Cambia IP con la connessione crittografata grazie a ExpressVPN

Prova ExpressVPN a gratis sfruttando la loro prova gratuita. Garantito!

Fammi sapere cosa ne pensi

      Leave a reply

      Diffida Dalle Imitazioni

      Ho solo un sito ed è LeMiglioriVPN.com, vari siti copiano i miei articoli e guide Originali, diffida dalle imitazioni e condividi i miei articoli.

      Per iniziare

      In evidenza

      LeMiglioriVPN.com
      Logo